Il Volley Pesaro guarda al domani: 2 camp estivi per bambini e ragazzine

di 

25 maggio 2017

PESARO – Volley Pesaro continua ad avere un occhio di riguardo anche per il settore giovanile; ne sono dimostrazione i due camp estivi che prenderanno il via a partire dal 12 giugno e che si distingueranno in due momenti di lavoro ben distinti: il primo, grazie alla collaborazione con “Movimentè” diretto da Maddalena Caprara (presente alla conferenza stampa), Martina Ciavaglia e Michela Giorgi verterà su un lavoro generale globale e non specifico solo per il volley: anzi, i bambini (di età dai 5 ai 12 anni ma sono già pervenute richieste di bimbi anche più piccoli) si cimenteranno in più discipline sportive (oltre, appunto, al volley anche il basket, il rugby, il nuoto e il frisbee) proprio per preparare i futuri atleti a qualsiasi attività sportiva. Questa fase si svolgerà interamente nella struttura societaria del PalaSnoopy e partirà dal 12 giugno al 4 agosto.

Diverso il secondo appuntamento che sarà dedicato a giocatrici di pallavolo, che prenderà il via il 9 luglio e che riguarderà le fasce di età che vanno dai 10 ai 18 anni. Il camp, che si svolgerà in Carpegna e si svilupperà in due periodi (9-15 luglio e 16-22 luglio) vedrà la presenza di Marco Mencarelli, ex allenatore della Nazionale e attualmente allenatore di Busto Arsizio e l’intero staff tecnico della myCicero capitanato da Matteo Bertini mentre sarà presente anche Andrea Cesarini, “libero” della Emma Villas Volley Siena di serie A2 e delle giocatrici della myCicero, fresche di promozione in serie A.
Stefano Gambelli, direttore tecnico del Volley Pesaro ha presentato le due iniziative: “Ci cimenteremo in questa nuova iniziativa che non ha precedenti per la nostra Società: tengo subito a ringraziare l’Apav Lucrezia, il Cattolica Volley e il Montefeltro Volley per la preziosa collaborazione e il Comune di Carpegna per l’organizzazione logistica che sarà messa a nostra disposizione. L’idea è nata dal fatto di avere a disposizione risorse umane competenti dal punto di vista tecnico con cui abbiamo condiviso la stagione appena conclusa. Lavoreremo sui fondamentali individuali e sulla gestione del gruppo per poi arrivare a disputare partite 6 contro 6. Poi passeremo ad una seconda fase che prevede la specializzazione e vedrà coinvolto l’intero staff tecnico della myCicero.
Sono previste anche delle attività extra come incontri con il Centro Studi ‘Movimentè’ piuttosto che escursioni al ‘Carpegna Park’ e altre sorprese: sarà comunque un lavoro finalizzato alla creazione e alla gestione del gruppo, con un focus particolare sul rapporto che le ragazze hanno con i social. Un grazie particolare a Giuliano Morotti e Marzia Mattutini, 2 Balusch che ci stanno supportando per l’avvio e la realizzazione di questi importanti progetti”.
Maddalena Caprara: “La nostra associazione nasce con l’intento di valorizzare il movimento dell’individuo in tutte le sue forme. Puntiamo a un lavoro globale e ludico affinché il bambino accresca la propria percezione motoria per poi metterla in pratica nella disciplina sportiva che deciderà di intraprendere. Svolgeremo un’attività plurisportiva che permetterà ai bambini (il corso è aperto a maschi e femmine) di avere una crescita completa fisica e motoria”.
Barbara Rossi: “Un grazie particolare a Stefano e a tutto il suo gruppo per l’iniziativa intrapresa. Con l’avvio di queste nuove attività vedo realizzarsi il mio desiderio che era quello di vedere nella nostra Società uno staff sempre più qualificato. E sono contenta perchè tra i miei desiderata c’era anche quello di poter lavorare sui bambini in maniera plurale senza avviarli subito ad una disciplina sportiva specifica perchè hanno bisogno di sperimentare anche, e soprattutto, attraverso il gioco. E per fare ciò non si può improvvisare e c’è bisogno di persone competenti. Tra l’altro questo gruppo di allenatori è da diverso tempo che lavora con noi e quindi è stato anche più facile creare un progetto importante come questo. Inoltre, ho chiesto a Stefano di cercare di abbinare la quantità alla qualità avendo un occhio di riguardo anche per la pallavolo di un certo livello”.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>