Revival Gran Premio Pesaro Mobili

di 

27 maggio 2017

Alessandro Magrini

CHIUSA DI GINESTRETO – Importante successo di pubblico domenica scorsa per la Terza Edizione del Revival Gran Premio Pesaro Mobili che si è tenuto nella Zona Industriale di Chiusa di Ginestreto.

L’evento, sapientemente organizzato dall’Associazione “Moto & Miti anni ‘70” sotto la guida e la direzione di Romano Romani, ha visto la partecipazione di tanti ex piloti e di moto che hanno contribuito a rendere mitico il Motociclismo sportivo del periodo d’oro, compreso tra la metà degli anni Sessanta e gli anni Ottanta dello scorso secolo.

Tra gli ospiti intervenuti ricordiamo il nostro Eugenio Lazzarini, tre volte Campione del Mondo tra il 1978 ed il 1980; Alberto Ieva, “romano de’ Roma”, alfiere della pesarese Morbidelli nei primi anni ’70 e due volte Campione Italiano Seniores tra il 1971 ed il 1972; Fosco Giansanti, ternano di nascita, valido protagonista nel Campionato Italiano e Mondiale nei primi anni Settanta in veste di privato “di lusso”; Raul “Ciccio” Tausani, vincitore proprio dell’edizione 1975 del Gran Premio Pesaro Mobili in sella ad una Morbidelli 125 ufficiale; Marzio Provini, figlio dell’indimenticabile Tarquinio 2 volte campione del Mondo nel Biennio 1957-1958 e pilota ufficiale Benelli attorno alla metà degli anni Sessanta, che tra l’altro portò alla prima vittoria assoluta nel Mondiale, nel 1964 a Barcellona, la 250 4 cilindri pesarese, che per l’occasione Marzio ha voluto portare con sé da Bologna; Paolo Campanelli, pesarese DOC per oltre 30 anni sulle piste e sui tracciati stradali d’Italia, vincitore del Motogiro d’Italia nel 1955, categoria 125, in sella ad una Benelli Leoncino; Genunzio Silvagni, pilota di Predappio che ha collezionato tre Campionati Italiani su Laverda 75cc e Motobi 175cc, vincitore del Motogiro del 1957 in sella a Laverda 75 e tuttora detentore del record delle vittorie di tappa nella manifestazione.

Grandi piloti, ma anche grandi moto protagoniste. Il pesarese Luciano Battisti, grande collezionista ed ex corridore ufficiale Motobi nella seconda metà degli anni Sessanta, ha messo a disposizione di Eugenio Lazzarini la sua fantastica Benelli 250 4 Cilindri vincitrice del campionato Mondiale nel 1969 con l’australiano Kel Carruthers ed una bellissima Motobi 250 “Sei Tiranti” che nell’occasione è stata condotta da Alberto Ieva. Romano Romani, promotore ed organizzatore della manifestazione, ha portato, tra le altre, la sua favolosa Bimota-Honda, che è stata guidata con il consueto grande stile da Ciccio Tausani. Mentre Andrea Lazzarini, figlio di Eugenio, ha potuto guidare con grande emozione la Piovaticci 125 con cui il padre ha vinto il Gran Premio di Olanda ad Assen nel 1973.

Una giornata senza dubbio da ricordare per tutti gli appassionati, nostalgici e cultori del Motociclismo d’epoca, ma anche per coloro che si sono avvicinati di recente a questo sport, che hanno potuto ascoltare ed assaporare per la prima volta quel mitico rombo che ha reso immortali ed epiche quelle stagioni d’oro delle 2 ruote a motore.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>