Gp di Montecarlo, strepitosa pole di Raikkonen e poi Vettel: prima fila tutta rossa

di 

27 maggio 2017

MONTECARLO – Strepitosa qualifica nel toboga di Montecarlo, Kimi Raikkonen con una prestazione monstre precede Sebastian Vettel per una prima fila tutta Ferrari. Finalmente il Raikkonen che da tempo tutti si aspettavano, veloce fin dalle libere di giovedì, ed oggi sempre al comando in tutti i tre turni di qualifica, segnando sempre giri record. Era dal gran premio di Francia del lontano 2008 che il finlandese non centrava questo risultato, una performance che tutto il team di Maranello si auspica sia il “risveglio” di Raikkonen, fondamentale per puntare anche al titolo Costruttori.

Abbiamo detto”anche”, perché con il “tonfo” odierno di Hamilton, tredicesimo in qualifica, Montecarlo può essere un’occasione importante per Vettel, che con una vittoria, Raikkonen permettendo, ha la possibilità di distanziare l’avversario più temibile. Già Hamilton, sempre in difficoltà per tutta questa prima parte del week end monegasco, in particolare oggi con la sua Mercedes senza grip ed ostica a mandare in temperatura gli pneumatici, cosa che gli ha fatto prendere qualche spavento, come quello dello svarione alla “esse” del Casinò, “commentato” da un simpatico gesto della mano di Hamilton. Poi ci si è messo anche Vandoorne che, sbattendo alle piscine, ha compromesso l’ultimo tentativo di Hamilton, che ha chiuso come detto tredicesimo, anche se poi scalerà una casella per la penalizzazione del rientrante Button, retrocesso dalla nona al fondo dello schieramento.

Coincidenze a parte, l’opaca prestazione dell’inglese della Mercedes diventa ancora più negativa, se si considera che Bottas con l’altra W08 ha chiuso terzo ad un solo decimo da Vettel. Ma torniamo alla Ferrari, la SF 70-H ormai riscuote assensi ad ogni gara e su qualsiasi tipo di circuito, nel “salotto” del Principato, il passo corto della Rossa, gli permette di “girare” meglio nelle curve e di avere gli pneumatici sempre in temperatura.

Un’occasione ghiotta per sfatare il tabù di Montecarlo e per come detto sopra, mettere in cassaforte punti preziosi per entrambi i campionati, anche se in questo gran premio più di ogni altro, l’imprevisto è sempre in agguato, creando spesso situazioni ben diverse dagli effettivi valori espressi dalla gara “pura”. Completano la top ten, Bottas, Verstappen e Ricciardo con le Red Bull, che a Monaco sono sempre state competitive, davanti alla “cugina” Toro Rosso di Sainz, sempre positivo, lo spagnolo precede un altro pilota positivo, Perez con la Force India. Ottavo Grosjean con la Haas- Ferrari, che precede il rientrante Button chiamato dalla McLaren-Honda per sostituire Alonso che domani tenterà l’impresa alla 500 Miglia di Indianapolis. L’ex campione inglese dovrà però retrocedere di quindici posizioni, per aver sostituito tanto per cambiare l’intera unità motore Honda, chiude la top ten l’altra McLaren-Honda di Vandoorne, che dopo il botto alle piscine non ha potuto girare nella Q3. Comunque si preannuncia un altro gran premio interessante, oltre ad essere quello più glamour della stagione, quello del circuito “salotto” fra le sfavillanti e milionarie imbarcazioni del porto, gli altrettanto imponenti grattacceli e ville dai costi proibitivi , passerella obbligata di Vip, rimane un must, pur se perennemente contestato ed allo stesso tempo amato, vincere qui e salire sul podio con i reggenti, vale come una stagione. Domani alle 14 con doppia diretta Sky e Rai, vedremo quale colore uscirà dalla roulette di Montecarlo.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>