Guardia Costiera: nuovo sequestro di reti da pesca estese in mare per 4 km

di 

1 giugno 2017

PESARO – Un’operazione lunga ed articolata quella svolta dalla Capitaneria di Porto – Guardia Costiera di Pesaro, nell’ambito del campo della tutela delle risorse viventi del mare, sviluppatasi nell’arco di 48 ore su un esteso tratto di mare e conclusasi a fine giornata del 31 maggio.

Jpeg

Il sequestro

Dopo i sequestri di attrezzi da pesca in mare dei trascorsi giorni, questa volta la zona battuta è quella del raggio di prevista interdizione dalle piattaforme “off-shore” di estrazione gas al largo della costa.

Tutto è iniziato con il preventivo monitoraggio strumentale a distanza e sul posto, e poi culminato con l’intervento dei mezzi nautici della stessa Guardia Costiera a cui è seguito l’accertamento di illeciti amministrativi previsti dalle disposizioni sulla pesca marittima con sanzioni per 8.000 euro, e di quelli penali, per violazione delle norme poste a presidio della sicurezza della navigazione.

In particolare, le violazioni delle norme sulla pesca hanno comportato il sequestro ai fini della confisca, di reti da posta estese per oltre 4 chilometri, e del pescato dalle stesse recuperato – ben 5 casse colme – tutto devoluto, come previsto anche in base a dichiarazione di idoneità al consumo dell’Autorità sanitaria, in beneficienza agli Istituti di assistenza locali. Applicata inoltre la detrazione dei punti sulle licenze dei pescatori riscontrati essere autori delle violazioni.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>