Italservice, il nuovo allenatore è lo spagnolo Ramiro Lopez Diaz

di 

1 giugno 2017

Ramiro Lopez Diaz col presidente Pizza

Ramiro Lopez Diaz col presidente Pizza

PESARO – L’Italservice è lieta di annunciare il nuovo allenatore che condurrà la squadra al debutto nella massima serie. Lo spagnolo Ramiro Lopez Diaz ha firmato un accordo biennale con la società del presidente Pizza, che così motiva il suo ingaggio.

“Lo avevamo già corteggiato la scorsa estate, ma aveva una proposta dal Kuwait alla quale non ha potuto dire di no. Questa volta siamo andati decisi su di lui e il fatto di essere stati promossi in serie A è stato fondamentale – ammette Pizza -. Considero Ramiro l’allenatore ideale per il livello che ci attende: vanta tanta esperienza, sia in Italia che all’estero, ha una mentalità aperta e, oltre ad essere un vincente, propone anche un gioco spettacolare, basato sulla rapidità, che potrà divertire il pubblico. Apriamo dunque una nuova parentesi, dopo aver ringraziato Cafù per quanto fatto, e confidiamo che Ramiro ci conduca al campionato importante a cui aspiriamo”.

Quanto a Ramiro, appare entusiasta della scelta compiuta.

“Arrivo a Pesaro con grande rispetto per il vostro passato recente – dice il nuovo mister – e vorrei fare i complimenti ai miei predecessori, Osimani e Cafù, che hanno consolidato il prestigio che oggi possiede questo club. Ringrazio poi la determinazione messa in campo dall’Italservice per coinvolgermi nel loro progetto e il diesse Bellini per la sua disponibilità nel lavorare assieme. La serie A dev’essere per tutti noi non una meta, ma il trampolino di lancio per continuare a crescere: ed io metterò la mia esperienza al servizio di tutti quanti”.

In Italia Ramiro, che ha 53 anni, ha allenato Luparense, Real Rieti, Ats Cagliari, Marca Futsal (che ha portato dall’A2 alla massima serie, e con la quale ha poi vinto la Coppa Italia) e Orte (con la quale ha ottenuto la promozione in A1). In carriera ha naturalmente allenato anche nel suo paese, in Spagna, ed infine per due stagioni in Kuwait, dove quest’anno ha vinto il titolo.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>