A Cagli la “Festa della Pipa – Maestri Pipai e Maestri Artigiani”

di 

8 giugno 2017

Pipe artigianaliCAGLI – Sabato 10 e domenica 11 giugno Cagli sarà la capitale della pipa, con mastri pipai e maestri artigiani che si esibiranno celebrando il grande valore del lavoro manuale, legato alla creatività personale, alla passione e all’alta competenza tecnica e artistica. Due giorni di immersione totale nel mondo della pipa e del lento fumo, che gli organizzatori considerano una vera e propria filosofia di vita, legata alla meditazione, alla riflessione e al rifiuto dei ritmi alienanti di oggi.

La 17esima edizione della “Festa della Pipa – Mastri Pipai e Maestri Artigiani”, promossa dal Comune di Cagli con il patrocinio della Provincia di Pesaro e Urbino e la collaborazione del “Pipa Club Italia” e della Pro loco di Cagli, vedrà un prologo venerdì 9 giugno con la scopertura, alle ore 19 in via Fontetta 4, di una epigrafe commemorativa dedicata alla “I° Festa della Pipa di Cagli”. Da sabato 10 alle ore 10 i “Pipe Maker” saranno ospitati nell’elegante Palazzo Berardi Mochi-Zamperoli ed i loro prodotti potranno essere ammirati coniugati ai raffinati spazi delle sale. Partecipano alla manifestazione anche artigiani provenienti da località diverse che raggiungeranno Cagli per mostrare antiche tradizioni, valori e tecniche professionali: dalla lavorazione del vetro a quella della terracotta, dalla ceramica ai metalli, dall’intreccio del vimini all’incisione della cera e realizzazione di lavori in canapa. Evento clou sarà il XV “Trofeo internazionale di lento fumo”, in programma domenica 11, alle ore ore 14, nel Salone degli Stemmi del Palazzo Pubblico, gara a cura del Pipa Club Italia.

Quello dei mastri pipai e maestri artigiani – evidenzia l’assessore alla Cultura e Sviluppo economico del Comune di Cagli Maria Assunta Valeri – è un appuntamento importante per l’amministrazione, che si è molto impegnata per dare un’impronta più incisiva ad un evento fondamentale per l’eredità culturale che può lasciare al nostro territorio. Ogni manufatto che prende vita mostra infatti l’abilità dei mastri pipai e dei maestri artigiani e la sua esclusività può diventare ‘alimento’ per lo sviluppo locale”.

Ad avvalorare il connubio tra ricchezze d’Italia e sviluppo delle tradizioni, quest’anno è stato invitato alla manifestazione un appassionato cultore dell’arte del fumare la pipa, Raoul Casadei, che ha contribuito alla diffusione del ballo liscio a livello mondiale. Sarà il direttore del Teatro Comunale di Cagli Sandro Pascucci ad intervistarlo domenica alle ore 18 in Piazza Matteotti, per concludere la serata alle ore 21 con la musica dell’orchestra di Mirko Casadei. Nelle due giornate sono previsti laboratori, esposizioni, degustazioni di tabacchi e vini, visite guidate e tanti altri eventi.

Il programma completo è sul sito www.festadellapipacagli.it, facebook: Festa della Pipa Cagli.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>