A Gabicce il ‘Concorso d’Eleganza’ per auto d’epoca organizzato dall’Auto Club Storico Cattolica. LE FOTO

di 

14 giugno 2017

GABICCE MARE – Lo scorso fine settimana Gabicce Mare e Monte sono state il centro di un prestigioso “Concorso d’ Eleganza” per Auto d’ Epoca, organizzato dall’ Auto Club Storico Cattolica, capitanato dal dinamico e immarcescibile Presidente Marino Morosini e dal suo altrettanto valido ed appassionato staff. Morosini oltre ad essere il deus ex machina del sodalizio è da sempre un valido collezionista di auto d’epoca e vanta con i “gioielli” della sua collezione anche due partecipazioni alla rievocazione della Mille Miglia. Quindi da questa solida base fatta di passione pura non poteva che scaturire una manifestazione di alto livello, come appunto è stato questo Concorso. Domenica 11 le 38 stupende auto selezionate, presenti sono state 44 su oltre 50 domande di partecipazione, hanno sfilato lungo il porto canale della suggestiva “bomboniera” che è Gabicce Mare, per essere giudicate dalla competente giuria composta dall’ex Presidente di Porsche Italia Stagni, dal Vice-Sindaco di Gabicce Cristian Lisotti, dall’appassionato pesarese Franco Cucchi, in rappresentanza dell’Auto Club Storico “Dorino Serafini” e dal socio del Club organizzatore Giuseppe Piredda.

Le “Dive” a quattro ruote si sono ritrovate dalle 9 di domenica mattina presso il parcheggio adiacente il Palazzo del Turismo di Gabicce, intorno alle 10,15 sono partite a gruppi sfilando fino al Porto Canale, qui ammirate da un folto pubblico si sono sottoposte al giudizio della Giuria, dopo l’aperitivo presso il Ristorante “Lo Squero”, terminato l’arduo lavoro dei giurati, si sono accesi i motori per raggiungere Gabicce Monte per il pranzo presso il Ristorante”Bel Sit”. Al termine del convivio a base di pesce, sulla suggestiva terrazza del ristorante dove è possibile ammirare l’azzurro del mare che è tutt’uno con quello del cielo, si è passati alle premiazioni. Il Premio Auto Anteguerra è andato alla Delahaye Roadster carrozzata Figoni & Falaschi del 1938 del Sig. Tronelli Fausto, Premio Auto “scoperta” periodo anni ‘46-’60 alla stupenda Jaguar XK 120 Ots, proprietario Marchetti Andrea, per l’auto “chiusa” dello stesso periodo, la Giuria ha scelto l’Alfa Romeo 1.900 “primavera” carrozzata” Boano del 1956, gioiello di proprietà del Sig. Faveri Marco. Il Premio Auto chiusa periodo ’60-’81 se lo è aggiudicato uno dei più riusciti capolavori del Cavallino Rampante, ovvero la “275 GTB” Scaglietti del 1964 di Norberto Ferretti. Premio Auto aperta sempre per il periodo ’60-’81 è andato all’Alfa Romeo 2.000 spyder Touring del 1961 di Meschini Duilio. Una stupenda Fiat 1100 giardinetta Viotti del 1949 presentata dal Sig. Pasquali Stefano, si è aggiudicata il Premio Auto meglio conservata. Sempre Fiat la vincitrice del Premio per il miglior restauro, andato alla 1.100 Coupè Savio del’63, un esemplare unico di rara bellezza di proprietà del Sig. Malini Graziano.

Per il “Best of Show” la Giuria ha scelto nuovamente per la gioia del Sig.Tronelli, la Delahaye Figoni & Falaschi, un’ottantenne dal fascino ancora conturbante. Un ringraziamento particolare il Presidente Morosini lo ha rivolto all’Amministrazione Comunale di Gabicce ed al Sindaco Domenico Pascuzzi, che hanno patrocinato l’evento con entusiasmo, altro importante encomio per Banca Generali, Main Sponsor dell’evento, che tra l’altro ha donato a tutti i partecipanti un prestigioso Cronografo in tiratura limitata.

Il Concorso d’Eleganza ha avuto un prologo il sabato sera con l’esibizione dell’orchestra di musica classica “EOS” che con il cantante Filippo Malatesta ha presento una rivisitazione di celebri canzoni degli anni ’60-’70. Un’ anticipazione della kermesse musicale “Disco Diva” che andrà in scena questo fine settimana sempre a Gabicce, evento al quale non poteva mancare l’Auto Club Storico Cattolica, che sostenuto da un’inesauribile passione, ha programmato un Raduno per domenica 18 che vedrà nuovamente sfilare a Gabicce, alla Vallugola e poi nuovamente sul Porto Canale prestigiose Auto d’Epoca.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>