Al via la 53esima Mostra del Nuovo cinema di Pesaro

di 

16 giugno 2017

PESARO Il direttore artistico Pedro Armocida, il presidente del Comitato scientifico e co-fondatore della Mostra Bruno Torri, il sindaco Matteo Ricci, il vicesindaco e assessore alla Bellezza Daniele Vimini, l’assessore regionale alla cultura Moreno Pieroni, hanno  presentato questa mattina a Pesaro – al Centro Arti Visive Pescheria- la 53. Mostra  Internazionale del Nuovo Cinema di Pesaro che prenderà il via domani, sabato 17,  e proseguirà fino al 24 giugno per otto giorni all’insegna del Nuovo Cinema. A inaugurare ufficialmente l’edizione 2017 sarà, nella giornata di domani 17 giugno, alle 21.45 nella grande arena di Piazza del Popolo aperta a tutti, il film d’apertura Gli Intoccabili di Brian De Palma che festeggia i trent’anni dalla sua uscita (http://www.pesarofilmfest.it/trailer-e-foto).

Un vero e proprio cult degli anni Ottanta con una messa in scena barocca e citazionista che rompe con i canoni del proprio tempo, forte di un cast di stelle al loro apice nel quale i poliziotti Kevin Costner e Sean Connery si dovranno confrontare con il gangster per eccellenza, Al Capone, nella splendida interpretazione di Robert De Niro.

Anche la giornata di domenica 18 si concentra in Piazza del Popolo con l’attesa proiezione, sempre alle 21.45, della versione restaurata dalla Cineteca Nazionale di Roma città aperta di Roberto Rossellini  (http://www.pesarofilmfest.it/trailer-e-foto-2844 ) che inaugura così l’omaggio della Mostra al regista a quarant’anni dalla sua scomparsa, comprendente sei opere che ne riassumono il percorso artistico, pillole sul regista e una prestigiosa tavola rotonda. Il film, considerato come l’avvio formale della grande stagione neo-realista italiana, torna a illuminare il grande schermo nella splendida versione restaurata nel 2014, un’occasione imperdibile per ripercorrere una tappa fondamentale della storia del cinema italiano e tornare a emozionarsi di fronte alla tragica storia d’amore tra Pina e Francesco, ai gesti eroici di don Pietro e alla fuga di Giorgio, stretti nella morsa dei soldati nazisti in una Roma lacerata dalla guerra.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>