Due età dell’amore: i ventenni e i loro “fratelli maggiori”

di 

16 giugno 2017

Bel bacio tra giovani

Bel bacio tra giovani

Dott.ssa Arianna Finocchi

PESARO – I Venti anni, si sa, sono quelli degli innamoramenti folli, delle pazzie per incontrare l’innamorato, dei sogni ad occhi aperti e dei tanti altri desideri sul filo delle nuvole. Sono gli anni in cui affaccia alla vita e si è molto vulnerabili, impegnati a cercare di capire come si diventerà e cosa si incerti sulla direzione da prendere ma una cosa la si sa: si vuole un fidanzato/a! La ricerca ci si vorrebbe fare, si iniziano a scoprire molte cose sulle proprie emozioni e si è al contempo molto dell’amore va di pari passo alla ricerca di sé stessi. Con l’esperienza si impara e osservando, pensando e ripensando a tutte le storie d’amore di amici, parenti, ex, colleghi e cugini, si può vedere come cambia l’amore in base ai nostri cambiamenti.

Ciò che cerchiamo a vent’anni e ciò che invece desideriamo a trenta dalla vita sentimentale, cambia notevolmente.
A 20 anni: si vuole UN fidanzato, si sente il bisogno di essere corrisposti e di ricevere messaggini dolci, coccole e trascorrere la maggior parte dei tempo insieme; le caratteristiche del partner non vengono seriamente prese in considerazione: può spesso essere sufficiente che soddisfi i nostri bisogni e sia pieno di passione. A 20 anni vogliamo impressionare qualcuno, sfoggiare la nostra bravura e cercare di apparire migliori di quello che realmente siamo, visto che il giudizio altrui sembra essere fondamentale; si è più focalizzati su sé stessi e sul mostrarsi piuttosto che sull’osservazione del partner. A questa età si cerca qualcuno con cui dormire, per sentirsi meno soli e immediatamente più adulti, si desidera che ai nostri amici piaccia la persona con cui abbiamo una relazione, che si venga approvati e allo stesso modo coloro che finora sono stati i nostri compagni di vita. Vi è la concezione che gli altri possano dirci meglio di noi stessi cosa va bene per noi. Così giovani si ha bisogno di qualcuno che riesca a tenere il nostro ritmo tra studio, lavoro, party, notti brave, compleanni e feste, oltre guardare compulsivamente le serie tv.

Qualcuno con cui andare sempre più veloce e divertirsi.

Bacio fra trentenni

Bacio fra trentenni

A 30 anni invece…si vuole IL fidanzato, la persona giusta, che sia davvero compatibile con ciò che desideriamo dalla vita e con cui si può pensare di avere una vita di coppia e che sappia darci anche le attenzioni che desideriamo. A 30 anni vogliamo essere impressionati più che impressionare, trovare qualcuno che sappia affascinarci, che sia meritevole della nostra attenzione. Qualcuno che ci colpisca, che ci invogli a scoprire di più e con cui si instauri una relazione di stima profonda, in cui sé possibile mostrarsi per ciò che si è. Si vuole qualcuno che viva CON noi e non per noi, che si prenda l’impegno di condividere il letto, certamente, ma non solo, che ambisca a condividere anche una vita. La disponibilità del partner a raggiungerci ogni volta che gli telefoniamo, non è così importante, viene sostituita dalla disponibilità ad esserci sempre, nel bene e nel male, anche se a distanza, anche nei momenti in cui potremmo desiderare di essere lasciati soli. Qualcuno che sia in grado didiventare, oltre che partner, anche il nostro migliore amico è una delle discriminanti fondamentali, sapere di poter contare sul compagno, come un familiare, un amico di sempre; saper parlare con noi e ridere insieme, essere in grado di farci da spalla e di prendere in custodia la chiave dei nostri segreti oltre che del nostro cuore. Compito non facile. Per quanto riguarda il ritmo della vita, si cerca qualcuno disposto e capace di rallentarci, di aiutare ad apprezzare piaceri piccoli e non necessariamente “social”. Qualcuno che sappia riconoscere quando si è esausti e che insegni che tirare il fiato non è una vergogna, ma è necessario, e farlo insieme è più piacevole.

Se, come detto, i vent’anni sono una età tumultuosa, i trenta sono invece il periodo (o almeno così dovrebbe essere) in cui sono state gettate solide basi per una vita davvero indipendente. È chiaro che i ventenni e i trentenni vedono l’amore in modo diverso e soprattutto hanno desideri diversi.

I sentimenti hanno un valore importante nella vita affettiva. E lo si evidenzia anche nell’impegno con cui il giovane affronta questo sentimento, che non si limita all’infatuazione o alla passione, ma diventa un legame profondo e resiste anche quando sorgono i primi disaccordi. L’amore è, in giovanissima età, un sentimento mai provato prima: un’emozione grande che nasce dall’incontro magico con una persona e fa scattare l’interesse, l’attrazione, il bisogno di vederla e stare con lei.

L’amore non ha età e la freccia di Cupìdo colpisce giovani e adulti senza distinzione. Anche se, come abbiamo visto, in un solo decennio possono cambiare tante cose (proprio perché si cambia personalmente, si cresce, si fanno molte esperienze), questo non vuol dire che l’amore vissuto a quell’età non sia importante, poiché getta le basi per la scoperta di ciò che davvero si desidera per sé stessi in futuro; non possiamo dire che sia superficiale, soprattutto nella fascia d’età più “matura”, dai 20 anni in poi; possiamo certo dire che sia orientato all’immediatezza del piacere, alla soddisfazione rapida dei desideri, dei capricci e delle volontà, ma non meno importante, non meno amore.

de.Sidera, chi siamo:

L’associazione di psicologia e sessuologia “de.Sidera” vuole essere uno spazio culturale di discussione di tematiche psico-sessuologiche, un momento per riflettere sulla propria sessualità, per rendersi consapevoli che il piacere, in ogni ambito, è accessibile, basta volerlo.

L’associazione “de.Sidera” è formata da psicologhe e sessuologhe e si occupa inoltre di servizi alla persona attraverso consulenze all’individuo, alla famiglia e alla coppia e fornisce servizi di consulenze ai professionisti.

Siamo a Fermignano e potete seguirci su:
www.desidera.psico@wordpress.it
www.facebook.com/desiderando
oppure contattarci su
mail desidera.info@gmail.

Dott.ssa Giorgia Giacani 329 4557556
Dott.ssa Arianna Finocchi 340 3175129

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>