Scuola in via Lamarmora, esulta il Gse per il percorso green di Pesaro

La posa della pietra in via Lamarmora del premier Gentiloni

La posa della pietra in via Lamarmora del premier Gentiloni

Ecco il comunicato stampa redatto dal Gse sulla scuola in via Lamarmora a basse emissioni:

PESARO – Prosegue l’impegno del Gestore dei Servizi Energetici per promuovere lo sviluppo sostenibile del Paese. Il progetto Sostenibilità in Comune ha avuto oggi per protagonista la città di Pesaro, che ha deciso di investire nella riqualificazione energetica e nella ristrutturazione, con la realizzazione di una nuova Scuola a basse emissioni e altri interventi su edifici di proprietà comunale. Alla cerimonia di inaugurazione hanno preso parte il Presidente del Consiglio, Paolo Gentiloni, il Presidente del GSE, Francesco Sperandini e il sindaco di Pesaro, Matteo Ricci.

Le iniziative avviate dal Comune di Pesaro, anche con il supporto degli incentivi da noi gestiti”, ha detto il Presidente Sperandini, “colgono quasi tutti gli obiettivi di Sviluppo Sostenibile delle Nazioni Unite, declinati secondo la teoria del valore condiviso che sta a cuore al GSE: la dimensione ambientale, con la riduzione delle emissioni di CO2 e con l’utilizzo efficiente delle risorse, quella economica, con lo stimolo alla crescita e alla creazione di posti di lavoro, quella sociale, con l’attenzione ai luoghi della formazione delle nuove generazioni e infine quella politico-istituzionale, con la collaborazione fattiva e proattiva tra Enti Locali, Centrali, Società Pubblica e territorio, sia come cittadinanza che come imprese”. “La sostenibilità, ponte nei confronti delle future generazioni, si esalta nelle comunità locali”, ha concluso Sperandini, “dove si traduce in vivibilità e attrattività, generando valore anche per le generazioni attuali. La presenza del Presidente del Consiglio, Paolo Gentiloni, è la testimonianza più tangibile di quanto l’Italia creda in questo percorso”.

Una volta completata la fase istruttoria gli incentivi che il GSE riconoscerà saranno circa 8 milioni di euro, per un investimento del Comune di Pesaro che supera i 19 milioni.

Siamo estremamente soddisfatti – ha commentato il sindaco di Pesaro Matteo Ricci -. La sinergia con il Gse, che giustamente sostiene operazioni virtuose e supporta gli enti locali, ci permetterà di ottenere risorse concrete e fondamentali per il territorio, che ricadranno direttamente a beneficio della comunità. Un percorso comune sulla sostenibilità che guarda all’efficientamento energetico, alla riduzione del consumo di suolo e alla tutela ambientale. Attraverso investimenti che genereranno sviluppo. Dimensioni, queste, che Pesaro sta perseguendo con determinazione: ringraziamo il presidente del Gse Francesco Sperandini per la grande sensibilità evidenziata nei confronti dei progetti di riqualificazione della città. La profonda attenzione sottolineata anche oggi dal Presidente del Consiglio Paolo Gentiloni sul tema – ha proseguito Ricci – ribadisce la valenza delle politiche portate avanti dal governo, che ha dimostrato come l’impegno per la sostenibilità ambientale sia una grande opportunità per il nostro Paese. Un impegno concreto, rinnovato nei fatti anche in questa giornata, a partire dai territori”.

Nel corso della giornata il GSE ha anche incontrato i rappresentanti di diverse aziende del territorio, per fornire informazioni e consigli utili a generare investimenti nell’ambito dell’efficienza energetica e delle fonti rinnovabili.

Le sette strutture interessate dagli interventi di riqualificazione sono la nuova Scuola media di Via Lamarmora, della superficie coperta di 1.057 mq, la nuova palestra scolastica e di quartiere di via Lamarmora, della superficie coperta di 1.300 mq, le nuove piscine della federazione sportiva Pentathlon moderno di via Togliatti, per una superficie di 3.269 mq, il nuovo Bocciodromo comunale di via dell’Acquedotto, della superficie coperta di 1.734 mq, la palestra della scuola media Dante Alighieri di via Gattoni, per una superficie coperta di 650 mq, l’auditorium della Scuola media Dante Alighieri di via Gattoni e infine l’ex palazzo dello sport di viale dei Partigiani, per una superficie coperta di 3.450 mq. 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>