Accoglienza profughi in casa: arriva l’ok del Consiglio Comunale pesarese

di 

20 giugno 2017

PESARO – Il Consiglio comunale ha dato il via libera alla mozione con la quale si chiedeva la “creazione di un bando per famiglie disponibili all’accoglienza di titolari di protezione internazionale nell’ambito del sistema di accoglienza per i richiedenti asilo e rifugiati”. Il documento è stato approvato emendato, ma ha visto il voto contrario oltre che della minoranza (6 voti contrari), anche del consigliere di maggioranza Manenti (Il faro) e l’astensione di quattro consiglieri della maggioranza: Pozzi, Pagnini, Terenzi e Santini.

L’assise ha anche approvato il budget 2017 di Aspes spa e la proposta di “aumento di capitale sociale di Aspes spa mediante il conferimento di azioni di ‘Pesaro Parcheggi’ di proprietà del Comune di Pesaro”.

 

Accoglienza profughi

Naufragio: familiari vittime, aprite bare vogliamo vedereLa mozione, per la quale sono stati presentati due emendamenti – uno dai consiglieri Dallasta, Bettini e Renzoni (bocciato) e l’altro dal M5S (primo firmatario Federico Alessandrini, approvato) ha avuto l’ok emendata, con il voto contrario dell’opposizione, del consigliere di maggioranza Davide Manenti (Il Faro) e l’astensione di quattro consiglieri di maggioranza.

In particolare l’emendamento presentato dal M5S chiedeva di “attivare un bando per l’accoglienza diffusa che prevede un sostegno economico alle famiglie disponibili all’accoglienza di cittadini del Comune di Pesaro in emergenza abitativa segnalate dai Servizi sociali, di cifra almeno pari a quella prevista per le famiglie che ospitano rifugiati”.

 

Il dibattito

La mozione è stata presentata dal consigliere Perugini: “Siamo chiamati a rispondere a questa esigenza, non cediamo alle provocazioni – ha detto -. Questa è una piccola proposta dentro un oceano di possibilità”.

Per Dario Andreolli (Ncd) “si tratta di un tema molto complesso, che richiede risposte complesse, ma anche competenza. Credo che la questione sia stata mal posta perché è stata trattata solo dal punto di vista economico, non sociale”. Remo Giacchi (Fi) ha esternato tutte le sue perplessità, anche dal punto di vista sanitario della questione, e ha aggiunto: “Ma di che genere di ospitalità si tratta, di un B&B?”.  Federico Alessandrini ha ribadito l’appoggio del M5S al documento: “Siamo favorevoli a questa mozione di indirizzo, le fasi operative si predisporranno dopo, è chiaro che vigileremo”.

Francesca Fraternali (Pd): “Sono contenta del percorso che ha fatto questa mozione, sia in commissione sia in Consiglio, e che prova a dare risposte unitarie”; Milena Signorotti (Pd): “Nella nostra provincia è stato fatto tutto con grande professionalità. Questo è un servizio che andrà ad accompagnare  altri servizi, può essere uno di quei tasselli di un grande puzzle, un tassello ulteriore di solidarietà. Penso sia una piccola cosa, ma in una politica di solidarietà da sempre portata avanti nella nostra città”. All’assessore Sara Mengucci il compito di ripercorrere le tappe dell’accoglienza pesarese.

 

Il Consiglio comunale ha successivamente dato il via libera alle delibere presentate dall’assessore alla gestione Antonello Delle Noci e illustrate dal presidente Aspes spa Luca Pieri, riguardanti il budget Aspes spa 2017 (18 voti favorevoli e 10 contrari) e l’aumento di capitale sociale della spa tramite il conferimento di azioni di ‘Pesaro Parcheggi’ di proprietà del Comune di Pesaro.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>