150esimo Rossini, Ricci e Fabbri: “Commissione cultura Senato approva testo legge speciale”

di 

21 giugno 2017

Camilla Fabbri, Matteo Ricci e Angelo Capuzzimato

Camilla Fabbri, Matteo Ricci e Angelo Capuzzimato

PESARO – “Un ottimo risultato”, commenta il sindaco Matteo Ricci, alla notizia dell’approvazione all’unanimità, in commissione cultura Senato, del disegno di legge sul 150esimo di Rossini. “La senatrice Camilla Fabbri, prima firmataria, ha fatto un grande lavoro: aspettiamo la conclusione dell’iter in aula, ma quello di oggi è un passaggio decisivo. Perché da Roma arriveranno risorse importanti (700mila euro, ndr) per articolare le nostre iniziative di valorizzazione dell’ anniversario. C’è l’accordo tra tutte le forze politiche e il 2018 è stato riconosciuto come ‘anno rossiniano’”.

Dice Camilla Fabbri: “Questo disegno di legge che ho presentato è frutto di una collaborazione virtuosa, in cui ho personalmente creduto. E per cui mi sono spesa, coinvolgendo anche personalità di alto profilo come quella del presidente emerito della Repubblica Giorgio Napolitano e di Gianni Letta. L’approvazione, oggi, in commissione cultura della legge speciale per le celebrazioni del 150esimo dalla morte di Rossini ed il mandato al relatore – evidenzia la senatrice – sono un passaggio importante, così come importante è stata la votazione all’unanimità. Voglio ringraziare il presidente della commissione Andrea Marcucci e il relatore Claudio Martini, i quali hanno riconosciuto l’importanza del ddl che, come ricordato dal sindaco di Pesaro Matteo Ricci, istituisce il 2018 come ‘anno rossiniano’. Adesso l’obiettivo è ottenere la calendarizzazione del ddl in Aula prima della pausa estiva. Le celebrazioni del genio di Rossini, che avranno un respiro internazionale, saranno un’occasione di crescita per la nostra Regione e per il nostro Paese. Un evento che contribuirà a consolidare il ruolo di Pesaro come città della musica”.

Secondo il sindaco Matteo Ricci, “il 150esimo è un’opportunità da cogliere in pieno: anche per questo ci siamo mossi con accordi su più fronti, coinvolgendo ministero degli Esteri, Istituti di Cultura, ministero dello Sviluppo economico, Miur. Rossini sarà ambasciatore della bellezza italiana nelle fiere mondiali, a partire dall’Expo del Kazakistan. Attraverso la cultura può crescere anche l’economia”. Va avanti Ricci: “L’ulteriore motivo di soddisfazione è che, a partire da Rossini nel 2018, il Paese ha scelto di avviare una programmazione pluriennale per promuovere il genio italiano nel mondo. Che negli successivi riguarderà  nell’ordine Leonardo, Raffaello e Dante. Il 150esimo, inoltre, contribuirà anche al rilancio dell’immagine delle Marche dopo il terremoto. Per questo siamo al lavoro per organizzare concerti ad hoc nei luoghi colpiti dal sisma”. Ancora: “Partendo dalle risorse nazionali, e abbinandoci quelle private, daremo corpo al programma che abbiamo su comunicazione, eventi e investimento strutturale. Che per noi sarà l’allestimento del Museo rossiniano a Palazzo Antaldi, in collaborazione con la fondazione Carisp”. Sul fronte del racconto cinematografico, nei giorni scorsi Ricci ha annunciato “novità importanti con la Rai per un prodotto di alto livello. Che speriamo di comunicare ufficialmente nelle prossime settimane. Avanti con la città della musica”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>