Sicurezza, Ricci: «Abusivismo e accattonaggio invasivo diminuiti in città, apprezzamento per lavoro forze dell’ordine e vigili»

di 

21 giugno 2017

Matteo Ricci

Matteo Ricci

PESARO – Domani, al Teatro della Fortuna di Fano (dalle 9.30), Matteo Ricci farà il punto con il ministro dell’Interno sui decreti sicurezza e immigrazione. «Insieme al presidente dell’Anci Marche, Maurizio Mangialardi, e agli altri primi cittadini, abbiamo voluto fortemente questa iniziativa per confrontarci con Marco Minniti su temi centrali per le nostre città». Nel frattempo, il vicepresidente Anci nazionale si concentra su Pesaro. Esprimendo «soddisfazione per il lavoro fatto da forze dell’ordine e polizia municipale. In particolare negli ultimi mesi». Aggiunge il sindaco che «in città i fenomeni dell’abusivismo e dell’accattonaggio molesto sono visibilmente diminuiti. Naturalmente sappiamo che sono casi difficili da sradicare del tutto. Ma già l’azione congiunta di vigili urbani e forze dell’ordine, così come indicato dal prefetto al comitato di sicurezza, sta dando buoni risultati. Il fenomeno è stato attutito».

Ricci valuterà nelle prossime settimane «l’utilizzo dei nuovi strumenti che ci dà il nuovo decreto». Come il daspo urbano: «Siamo pronti ad applicarlo, dove e quando sarà necessario». O le misure sul decoro: «Su quello siamo già partiti con le prime ordinanze, negli edifici in degrado nella zona mare, e andremo avanti. Facciamo sul serio». Sullo sfondo resta la linea generale: «Aumentare le occasioni di incontro e  socialità, perché una città più viva è anche più sicura. Accanto alle necessarie misure repressive, abbiniamo le politiche di riconversione urbanistica. E’ anche per questo che abbiamo partecipato al bando periferie del governo, con la riqualificazione dell’area dietro le caserme in via dell’Acquedotto. Con gli undici milioni e 200mila euro ottenuti trasformeremo la zona, oggi degradata. L’obiettivo è portarci vita: giovani, anziani, famiglie, attività culturali, percorsi ciclopedonali. Da retrobottega a luogo di centralità sociale. La sicurezza si fa anche così…».

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>