“Bei garage”: l’Auto Club Dorino Serafini parte dall’S.C. Legend della famiglia Crescentini

di 

26 giugno 2017

PESARO – “Bei garage” è l’interessante nuova iniziativa che l’Auto Club Storico Pesaro Dorino Serafini ha messo nel suo già ricco calendario di eventi. Un’idea come sempre brillante ed innovativa come accade quando si parla del ASP Serafini, che consiste nell’organizzare dei mini raduni di auto d’epoca, che oltre alla classica passeggiata hanno come clou la visita a garage, collezioni, musei e altri luoghi testimoni e custodi della storia dei motori, partendo dalle Marche fino alle regioni limitrofe nelle quali il club ha contatti e soci.

Il primo appuntamento si è svolto lo scorso sabato 24 giugno, con la visita al “S.C. Legend Garage”, la bellissima collezione privata sita in via Degli Olmi, che il vicepresidente del Club Danilo Crescentini, con la sua famiglia, ha da poco ultimato. Nell’ampio fabbricato Danilo con il fratello Leonardo e la loro appassionata famiglia hanno raccolto 100 anni di storia dei motori della loro dinastia, dedicandola al padre il Geometra Sandro, scomparso di recente, siglandola appunto con le sue iniziali “S.C.”. Il geometra Crescentini è stato un noto personaggio nel settore industriale pesarese, conosciuto anche per gli importanti incarichi istituzionali che ha ricoperto, come la presidenza degli Industriali di Pesaro e successivamente quella regionale succedendo all’onorevole Merloni.

Entrando nel “garage” da subito si ha una visione da mozzare il fiato, che lascia intuire l’importanza della passione per i motori della famiglia Crescentini, una settantina di motociclette, posizionate su appositi palchi, tutte perfettamente marcianti, magicamente restaurate dallo zio Marco, un vero mago del restauro e della tecnica, che attraversano un secolo di storia motoristica pesarese, nazionale ed internazionale. Di fronte fanno bella mostra diversi gioielli a quattro ruote, fra cui spicca la stupenda Austin Healey Mk II, icona dei mitici e ruggenti anni’60, che fa da damigella a diversi altri miti fra cui Lancia, Fiat, fino alla curiosa e rara Daf 33 Variomatic. Alle pareti oltre le bacheche dedicate ai modellini di auto e moto, si possono ammirare tute di piloti, caschi e varia memorabilia, compreso una bella e simpatica collezione di macchine da cucire. Sulla balconata di un’altra parete fanno bella mostra una serie di motori motociclistici il cui luccichio illumina alcune biciclette e velocipidi, ovviamente d’epoca.

La magia di questo viaggio attraverso S.C. Legend ci porta all’officina tutta composta ovviamente da attrezzi d’epoca, ed anche qui si può ammirare un oggetto veramente unico, un tornio degli anni ’20, anch’esso funzionante, che con orgoglio Danilo ci spiega essere appartenuto al nonno, sottolineando simpaticamente che fu comprato a rate. Salendo il soppalco si entra in un’altra dimensione, che per come chi scrive ha vissuto una determinata epoca, è di una suggestione unica, Danilo e famiglia hanno allestito con mobili originali i vari uffici appartenuti al padre Sandro, accompagnandoli con librerie sempre d’epoca contenenti riviste e volumi inerenti al mondo dei motori.

L’“S.C. Legend Garage”, del quale torneremo a parlare in occasione dell’inaugurazione ufficiale, è stato realizzato anche con l’intento di essere un luogo d’incontro per appassionati, a testimonianza di ciò, il coinvolgente Danilo ha allestito un angolo “ristoro”, perché parlare di motori e della loro storia davanti ad un buon piatto e ad un bicchier di buon vino, la famiglia Crescentini ed il… sottoscritto, vi garantiscono è un’emozione da provare.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>