In Germania vince Marquez che dedica la vittoria ad Hayden. Quinto Valentino Rossi

di 

2 luglio 2017

Marc Marquez (foto tratta da Fb)

Marc Marquez (foto tratta da Fb)

HOHENSTEIN-ERNSTTHAL (Germania) – Tutto come da copione, tutto come vi avevamo anticipato ieri ovvero che MM93, al secolo Marc Marquez, avrebbe vinto alla grande al Sachsenring.

La vera sorpresa della gara è stato il tedesco Folger, splendido secondo in sella alla Yamaha Tec 3. Il pilota teutonico, che guida una Yamaha 2016, non è stato favorito solo dal “fattore campo” ma ci ha provato a impensierire Marquez mettendoci tanto del suo.

Però MM93, pilota che dal 2010 ha sempre vinto in Sassonia, oggi aveve qualcosa in più di tutti gli altri ed ha dedicato questo successo ad Hayden: “Dedico questo successo a Nicky e alla sua famiglia”.

Buon terzo Pedrosa, in leggere difficoltà per le gomme, quindi Vinales autore di una bella rimonta che lo ha portato a tagliare il traguardo quarto, davanti al suo “nemico di squadra” Vale Rossi buon quinto.

Il Dottore partiva dalla nona piazza e quindi, tutto sommato, il quinto posto certifica che alcune posizioni le ha recuperate. “Ho fatto una bella gara – ha detto Rossi – mi spiace non aver potuto lottare con Vinales ma lui era un paio di decimi più veloce di me. Sono stati 30 giri tiratissimi e sono contento perché in classifica iridata non sono lontano”.

In un Mondiale come questo, dove le gomme la fanno da padrone falsando ogni cosa e mandando in confusione anche gli stessi piloti, tutto è possibile e l’incertezza sarà la costante ancora per tanto tempo.

Dovizioso, ottavo al traguardo, non è più in vetta alla classifica iridata dato che il Re del Sachsenring oltre alla vittoria ha conquistato anche la vetta della classifica iridata con 129 punti, 124 sono quelli di Vinales, mentre il Dovi è terzo a quota 123 davanti a Vale che di punti ne ha 119.

Se un giorno lontano Vale Rossi dovesse ritirarsi dalle piste, a Tavullia possono stare tranquilli perché c’è Franco Morbidelli che anche in Germania ha vinto conquistando il sesto successo stagionale.

Sei vittorie in nove gare sono un ruolino di marcia che parla da solo.

Franco è un fuoriclasse, un campione vero consistente e il prossimo anno anche in MotoGp – dopo la gavetta di rito – farà grandi cose.

Morbidelli ha vinto con classe, intelligenza e coraggio rintuzzando gli attacchi del grintoso Oliveira secondo al traguardo; buon terzo Bagnaia del team Sky byVR46 che ha preceduto nell’ordine Corsi e Pasini (al quale sono stati tolti i 20 punti di Barcellona perché dopo una verifica i commissari hanno trovato un lubrificante non regolare), 15esimo Manzi team Sky, 24esimo il pesarese Federico Fuligni che ha sostituito l’infortunato Baldassarri in sella alla Kalex del team Forword.

Morbidelli è ampiamente in testa al Mondiale della Moto2 con 173 punti, secondo Luthi (oggi caduto senza danni fisici) a quota 135.

Non ha gareggiato Luca Marini per i postumi della caduta in Francia ed è stato quindi chiamato in cabina da Sky per fare il commento tecnico.

In Moto 3 ha vinto Mir ma Romano Fenati (team Marinelli Cucine-Rivacold) ha dimostrato tutta la sua classe conquistando un secondo posto che lo porta ad essere ancora una volta il primo degli italiani al traguardo, quarto posto per Bulega del team Sky byVR46, Fenati è anche secondo in classifica iridata con 128 punti ,primo Mir a quota 165.

Ora si va in vacanza, prossima gara il 6 agosto in Repubblica Ceca.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>