Chiesa di San Giovanni in via Passeri: la Regione stanzia 250mila euro per la messa in sicurezza post-sisma

di 

3 luglio 2017

san_giovanni_battistaPESARO – “Recuperare la Chiesa di San Giovanni, in via Passeri, significa assicurare la continuità del culto ai tanti cittadini che frequentano la chiesa ma anche consentire ai turisti di poter visitare uno degli edifici più belli e importanti di Pesaro“. Così Andrea Biancani, Presidente della Commissione Ambiente e Territorio, dopo l’emanazione dell’ordinanza, del Commissario Straordinario per la ricostruzione, relativa alla messa in sicurezza delle chiese danneggiate dal sisma del 24 agosto 2016 che stanzia per i lavori necessari a San Giovanni 250 mila Euro.

“Gli edifici inclusi nel cratere – afferma Biancani – hanno senza dubbio la priorità assoluta ma ciò non toglie che anche le chiese marchigiane danneggiate in maniera più lieve, risolvibile con interventi strutturali di carattere locale, tornino ad essere fruibili. Siamo lieti che San Giovanni sia stata inclusa in questo seconda lista di interventi”.

La Chiesa, dopo i sopraluoghi dei mesi scorsi effettuati dai tecnici del Comune, della Soprintendenza e della Regione è stata inserita nell’elenco delle 111 chiese ammesse a contributo. Per la provincia di Pesaro e Urbino oltre a San Giovanni vi è anche la chiesa di San Fortunato di Peglio con un contributo di 300 mila Euro.

L’ordinanza rappresenta il secondo programma di interventi del Governo, per un importo di circa trenta milioni di Euro, finalizzato a consentire la riapertura dei luoghi di culto danneggiati dal sisma nelle regioni Marche, Abruzzo, Lazio e Umbria. Un atto che rappresenta la concreta volontà di riportare alla normalità la vita di ogni giorno dell’intera comunità regionale.

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>