Disturbi alimentari, Biancani: “A Galantara centro specializzato per il territorio”

di 

6 luglio 2017

anoressia disturbi alimentariPESARO – “C’è una novità importante a Gallantara. E’ stata istituito un nuovo Servizio dedicato esclusivamente ai disturbi del comportamento alimentare.” Parole queste del Consigliere regionale, Andrea Biancani, che con soddisfazione annuncia il potenziamento di una struttura, che all’interno dell’Area vasta 1, sarà al servizio dell’intero territorio per quanti soffrono di questi disturbi e hanno bisogno di un intervento multidisciplinare e coordinato.

Sull’argomento il Consigliere regionale aveva presentato, i mesi scorsi, una interrogazione proprio allo scopo di portare all’attenzione del Consiglio regionale la necessità di potenziare questa Unità operativa, DCA, affinché fosse adeguata alle sempre maggiori richieste che provengono dalla provincia, dalla regione e anche da fuori regione.

“Era necessario da un lato rendere omogenea la rete regionale di questo ambito sanitario – prosegue Biancani – come già avvenuto a Fermo e Macerata e dall’altro garantire alla comunità un servizio agile di visite mediche, percorsi di psicoterapia, riabilitazione alimentare, terapia farmacologica.”

L’Unità operativa dipartimentale sarà guidata dallo psichiatra, Dott. Alberto Imperiale, che sarà affiancato da due psichiatri a part time, uno psicologo, due infermieri e un dietista.

I servizi offerti sino ad oggi per le persone con disturbi alimentari hanno riguardato nel 2016 ben 209 pazienti con 2903 interventi tra visite, sedute di psicoterapia, incontri di sostegno alle famiglie, incontri nutrizionali individuati, terapie di gruppo. Gli utenti provenienti dall’Area Vasta 1 sono stati 193, 8 da altre Aree e 9 da fuori regione. Numeri che hanno evidenziato la necessità di un rafforzamento del servizio creando una apposita struttura.

“Ringrazio – conclude Biancani – il Direttore Sanitario dell’Area Vasta, Dott. Giovanni Fiorenzuolo, per aver dato immediata soluzione alla richiesta di potenziamento e il Presidente della Giunta regionale, Luca Ceriscioli, che ha sostenuto sin dal primo momento il potenziamento della struttura atteso da anni e le Associazioni, che seguono le difficoltà legate ai disturbi alimentari, che hanno sollecitato il problema.”

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>