Per Musicae Amoeni Loci si spalancano le porte di Villa Berloni: stasera alle 21.15

di 

9 luglio 2017

Villa Berloni (foto presa dal web)

Villa Berloni (foto presa dal web)

CANDELARA – Appuntamento da non perdere con il festival di musica antica Musicae Amoeni Loci a Villa Berloni di Candelara che, grazie alla disponibilità di Marcello Berloni, viene aperta al pubblico per l’occasione. L’appuntamento è per stasera, domenica 9 luglio, alle 21.15.

La serata sarà un omaggio a Claudio Monteverdi nel 500esimo anniversario della nascita del compositore cremonese. Verrà esaltata tutta la bellezza scenografica di Villa Almerici, ora Berloni, con il corpo centrale, probabilmente realizzato su progetto architettonico del Vanvitelli, i giardini ed il teatro all’aperto. In questa suggestiva ambientazione verrà proposto Il Combattimento di Tancredi e Clorinda, madrigale rappresentativo di Monteverdi, su testo del Tasso, composto nel 1624 e ispirato alle vicende narrate nella Gerusalemme liberata. Si tratta di un’opera fondamentale nella storia della musica drammatica del XVII secolo in cui l’autore sperimenta soluzioni musicali innovative. A seguire gli Scherzi musicali e Il ballo delle ingrate, balletto semi-drammatico su libretto di Ottavio Rinuccini, rappresentato per la prima volta a Mantova nel 1608 per le nozze di Francesco Gonzaga, figlio del protettore di Monteverdi, Vincenzo duca di Mantova, e Margherita di Savoia. Gli interpreti saranno Alida Oliva (voce solista), i solisti dell’ensemble La Flora di Bologna, il Coro Jubilate e l’Ensemble strumentale del Festival diretti da Willem Peerik, con l’intervento in live video-art dell’artista fanese Massimo Ottoni.

Il Coro Polifonico Jubilate è nato nel 2000 dalla volontà di un gruppo di abitanti di Candelara, appassionati di musica corale. Composto da una trentina di elementi, il gruppo, diretto da Willem Peerik, svolge un’intensa attività concertistica ed ha partecipato ad importanti rassegne corali nazionali ed internazionali. Dal 2004 il coro organizza nel periodo estivo il Festival di Musica antica Musicae Amoeni Loci che si svolge in luoghi suggestivi della provincia. Willem Peerik, nato nei Paesi Bassi nel 1969, ha iniziato giovanissimo gli studi musicali diplomandosi in pianoforte al Conservatorio di Utrecht. Si è poi trasferito in Italia dove ha intrapreso lo studio del clavicembalo dedicandosi alla musica antica. Dal 2004 è direttore artistico del festival di musica antica  ‘Musicae Amoeni Loci’.

Degustazioni a fine concerto.

Ingresso gratuito.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>