Via alla settima Popsophia. Inaugura la lectio magistralis di Massimo Recalcati

di 

11 luglio 2017

Lucrezia Ercoli e Massimo RecalcatiPESARO – Torna a Pesaro la settima edizione di Popsophia, festival internazionale della Filosofia del Contemporaneo, con una nuova provocazione disincantata: “Fuga dalla libertà”. Rassegne, dibattiti, spettacoli, istallazioni, performance e concerti animeranno Rocca Costanza dal 12 al 16 luglio.

Quest’anno il Festival verrà inaugurato da Massimo Recalcati, il più noto psicoanalista italiano, con una Lectio Magistralis che presenterà la tematica che verrà declinata nell’arco delle cinque grandi serate a Rocca Costanza: “Fuga dalla Libertà”. Le ragioni profonde del “perché gli uomini combattono per la loro servitù come se si trattasse della loro libertà” sono difficili da individuare. “Ma la psicologia delle masse totalitarie – ha scritto Recalcati – ha mostrato drammaticamente come l’uomo tenda a rifiutare la propria libertà, un peso che lo angoscia”. Come ha dimostrato nel suo best seller Il complesso di Telemaco, “il nostro tempo celebra il fantasma della libertà, una libertà sganciata dalla responsabilità che cancella la nostra provenienza, le nostre radici, il nostro debito simbolico nei confronti dell’Altro”.

“Chi meglio di Recalcati, che ha dedicato profonde riflessioni a questi temi, potrà declinare le implicazioni contemporanee dell’ossimoro che abbiamo scelto” – dichiara la direttrice artistica, Lucrezia Ercoli – “D’altronde, siamo tutti in fuga dalle libertà, abbiamo paura di diventare grandi e autonomi, siamo tentati dall’omologarci alle scelte e alle decisioni degli altri. Il cinema, la musica, i telefilm raccontano il nostro vivere in bilico tra ricerca di autonomia e bisogno di protezione, tra indipendenza e condizionamento, tra ribellione contro la Legge e sottomissione al Padre”.

Il Festival di Rocca Costanza proseguirà giovedì 13 luglio: alle 21.30, il direttore del Quotidiano Nazionale Andrea Cangini inaugurerà con “L’illusione del libero arbitrio” la serie di Lectio Pop che ogni sera fino a domenica 16 giugno apriranno le serate di Popsophia. A seguire la filosofa e direttrice artistica Lucrezia Ercoli e la musicologa Maria Chiara Mazzi interverranno su libertà e ordine, avanguardia e tradizione ne “Gli anni che sconvolsero il mondo – da Marinetti a Lenin, da Majakovskij a Malaparte”, un concerto inaugurale dove convivono e si scontrano rivoluzioni e reazioni dei primi decenni del Novecento. Il concerto vede al pianoforte la presenza ormai confermata del maestro Lorenzo Bavaj con brani di Casella, Debussy, Ravel, Stravinskij, accompagnati dalle voci recitanti di Rebecca Liberati e Pamela Olivieri e i video del regista Riccardo Minnucci.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>