Guerra e pace…all’organo. Domani a Mombaroccio il concerto del Festival Musicae Amoeni Loci

Mombaroccio

Mombaroccio

MOMBAROCCIO – Dopo il successo del concerto monteverdiano a Villa Berloni di Candelara, il festival di musica antica Musicae Amoeni Loci propone una serata destinata alla ‘scoperta’ dell’organo a canne custodito nella chiesa dei santi Vito e Modesto a Mombaroccio (venerdì 14 luglio, ore 21.15, ingresso libero). Lo strumento, messo in opera da Saverio e Sebastiano Vici nel 1783, è stato restaurato nel 2009 da Riccardo Sabatini, che insieme ad Arno Kerkhof, sarà protagonista del concerto dal titolo “Guerra e pace…all’organo!”

Verrà proposto un originale repertorio che va dal barocco al romanticismo con musiche di Giovanni Morandi, Jan Pieterszoon Sweelinck, Domenico Scarlatti, Samuel Scheidt, Bernardo Storace. Arno Kerkhof ha studiato organo e pianoforte laureandosi con lode nel 1999 al Conservatorio di Amsterdam. Nel 2002, al Concorso internazionale organistico di Kotka in Finlandia, ha vinto il secondo premio e il premio speciale per la migliore interpretazione della musica di Johann Sebastian Bach, riconoscimento che ha ottenuto anche tre anni dopo al Concorso Internazionale di Erfurt (Germania). Si è specializzato anche nell’armonium francese: nel 2007 ha inciso il cd “Souvenir de Noël” con musiche natalizie eseguite su armonium e pianoforte storico. E’ attivo come organista, pianista e direttore di coro ed insegna presso le scuole di musica di Maastricht e Heerlen. Riccardo Sabatini, diplomato in organo al Conservatorio Rossini di Pesaro, ha studiato clavicembalo e si è perfezionato in organo con docenti di chiara fama. Svolge attività organistica sia come solista che come accompagnatore: di recente ha suonato nella Basilica di San Pietro in Vaticano con il coro S. Luigi di Pesaro. Dal 1995 si dedica anche all’attività di restauratore d’organi antichi. Suo il restauro del grande organo costruito nel 1790 da Gaetano Callido per la cattedrale di Macerata e quello dell’organo di fine ‘600 della chiesa di S. Pietro a Lamon (BL) che presenta caratteristiche uniche in Italia. È stato presidente dell’Associazione marchigiana organistica, ha pubblicato il “Regesto degli organi antichi delle diocesi di Pesaro e del Montefeltro” ed ha partecipato a convegni come esperto d’organi oltre ad insegnare Tecnologia degli strumenti musicali al Conservatorio di Pesaro.

Al termine del concerto del festival, sponsorizzato dalla Polimor, ci sarà la degustazione di prodotti tipici della Macelleria e Salumi Alessi – Villa Ceccolini, Forno artigianale Mosca Mariella, Cantina Bianchini – Cartoceto, Azienda agricola e vitivinicola Aniballi.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>