Terremoto dell’Aquila, arresti per corruzione in appalti pubblici anche nel Pesarese

di 

20 luglio 2017

L'AquilaL’AQUILA – Vasta operazione del Comando provinciale dei Carabinieri dell’Aquila, nell’ambito di una inchiesta della Procura della Repubblica che interessa i territori di L’Aquila, Teramo, Pesaro, Urbino, Benevento e Bari. Si ingada su presunte mazzette in una serie di appalti pubblici nella ricostruzione della città abruzzese, sconvolta dal sisma nel 2009.

I militari dell’Arma, su disposizione del gip Giuseppe Romano Gargarella, hanno eseguito 10 ordinanze di custodia cautelare agli arresti domiciliari, notificando altri 5 provvedimenti di applicazione del divieto temporaneo di esercitare l’attività professionale tra Teramo, Pesaro Urbino e Bari.  Interessati imprenditori, professionisti e funzionari pubblici, che dovranno rispondere di concorso in corruzione per l’esercizio della funzione, corruzione per un atto contrario ai doveri d’ufficio, turbata libertà degli incanti, falsità materiale commessa dal pubblico ufficiale in atti pubblici, falsità ideologica commessa dal pubblico ufficiale in atti pubblici, nonché soppressione, distruzione e occultamento di atti veri.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>