Assestamento di bilancio, il Consiglio approva. Anna Bezziccheri Renzoni nuovo vicepresidente del Consiglio Comunale

di 

1 agosto 2017

PESARO – E’ passata con 20 voti favorevoli della maggioranza e il voto contrario dell’opposizione, la delibera sulla “variazione di assestamento generale di bilancio 2017/2019 e l’applicazione della quota di avanzo di amministrazione destinato agli investimenti”.

Il documento ha prodotto un ampio dibattito, con l’opposizione che ha duramente criticato le scelte dell’Amministrazione comunale e il sindaco a rispondere punto su punto.

La delibera è stata presentata dall’assessore alla gestione Antonello Delle Noci il quale ha spiegato che “i 750.000 euro ulteriori a disposizione sono derivati da una maggiore assegnazione del Fondo di solidarietà comunale per 350mila euro e dagli utili delle società partecipate per 400mila euro”.

In particolare, di questi, 150mila verranno utilizzati per aumentare il fondo anticrisi (per un totale di 250.000 euro), 180mila per iniziative collegate all’accoglienza turistica della tagione estiva, 82mila sono i trasferimenti all’Amat per l’organizzazione di eventi culturali e di promozione del territorio, 90 mila per servizi di assitenza scolastica ad alunni disabili; 21mila per iniziative del centro storico, 100mila per il rimborso delle tasse versate in eccesso dai cittadini, 27mila per l’ampliamento del servizio nido e scuole dell’infanzia estive.

Nel suo intervento Dario Andreolli (Ncd – Alfano – Udc) ha evidenziato che “la delibera dà una copertura economica alle scelte politiche dell’Amministrazione. Io penso che dopo tre anni andrebbe fatta una revisione degli eventi proposti e sulla loro efficacia: vedi la notte rosa e il Pesaro Doc Fest per il quale c’è stato un impegno molto importante.  Chiedo anche una maggiore trasparenza sugli atti pubblici”.

Per Alessandro Bettini (Fi) “le spese per certi eventi servono per mantenere il consenso della città, ma si tratta di attività di basso profilo. Mi chiedo come mai da anni a Pesaro non si riesca ad organizzare mostre di alto livello”.

All’opposizione ha risposto il sindaco Matteo Ricci: “Credo sia giusto che l’opposizione faccia ciò che sta facendo – ha esordito il primo cittadino -, ma penso anche che debba guardare alla città e farsi una domanda molto semplice: se cioè oggi Pesaro è più bella, più viva di 3 anni fa, se in città vengono più persone di 3 anni fa, se Pesaro è più conosciuta rispetto a tre anni fa. Io credo che è questa la domanda che si fanno i cittadini. Pesaro è cambiata, è sotto gli occhi di tutti. Questa è la nostra strategia, e funziona”.

 

Trasparenza. “Io voglio trasparenza e visibilità su tutto quello che avviene, perché i consiglieri comunali devono conoscere tutto”.

La programmazione. “Abbiamo recuperato molto della programmazione turistica, che prima la città non aveva, ora facciamo gli stati generali del turismo ad ottobre per programmare l’anno successivo. Prima si faceva a giugno la conferenza stampa per presentare gli eventi della stessa estate. Questo è sicuramente un vantaggio. Il nostro obiettivo è crescere un passo dopo l’altro. Per il resto, il Comune ha i soldi per fare l’accoglienza e il marketing territoriale, mentre la promozione deve farla la Regione. Noi stiamo investendo in manifestazioni popolari e culturali, ma se avete delle proposte, fatele, le valuteremo. In tre anni ho solo sentito una proposta, quella del museo nel palazzo dell’ex tribunale, quando noi invece abbiamo puntato a realizzare il museo di Rossini: abbiamo fatto un accordo con la Fondazione Cassa di Risparmio e avremo l’unico museo rossiniano del mondo”, ha continuato il sindaco.

 

Stadio. “Non abbiamo speso 2 milioni di euro per farci giocare solo la Vis Pesaro, ma perché vogliamo che lo stadio diventi come l’Adriatic Arena o il vecchio palazzetto, e cioè luoghi attrattivi di eventi. Anche questo è un pezzo della nostra strategia. Alla fine del mandato, valuteremo”.

La notte delle candele. “È diventato un brand della città ed è legato ad un altro evento invernale che porta in città migliaia di turisti. Vogliamo farlo diventare ogni anno sempre più attrattivo”.

 

Anna Bezziccheri Renzoni

Anna Bezziccheri Renzoni

Nel dibattito sono intervenuti anche Federico Alessandrini (M5S) che ha evidenziato come “in tre anni e mezzo non c’è mai stato un confronto. Ho chiesto tante volte di convocare una commissione sul turismo, mai convocata”.

Per Carlo Rossi (Pd) “questa variazione di bilancio ci trova assolutamente d’accordo, negli ultimi tre anni Pesaro è molto cambiata, è una città che offre tante possibilità, un percorso dunque da portare avanti fino alla fine della legislatura”.

 

Anna Bezziccheri Renzoni è il nuovo vice presidente del Consiglio comunale

Anna Bezziccheri Renzoni è il nuovo vice presidente del Consiglio comunale di Pesaro. Sostituisce il consigliere di Forza Italia Remo Giacchi, che il presidente Andrea Nobili ha ringraziato “per il lavoro svolto insieme”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>