Festival Musicae Amoeni Loci, doppio concerto nel weekend a Villa Berloni di Candelara e alla Chiesa della Maddalena

di 

3 agosto 2017

PESARO – Doppio appuntamento nel fine settimana per il Festival Musicae Amoeni Loci, organizzato dal Coro Jubilate con la direzione artistica di Willem Peerik (Villa Berloni di Candelara, sabato 5 agosto e chiesa della Maddalena, domenica 6 agosto, ore 21.15, ingresso libero).

Nella chiesa del complesso architettonico di Villa Almerici, di proprietà della famiglia Berloni, si terrà il concerto dedicato ad uno strumento d’epoca, la musette de cour o cornamusa francese. Ne sarà protagonista Jean-Pierre Van Hees insieme a Giorgio Pinai (flûte traversière). In programma musiche del XVII e XVIII secolo di Naudot, Joseph Bodin de Boismortier, Martin Hotteterre le Romain, Tolou, Dugué. Concertista e ricercatore, Van Hees si è esibito in tutto il mondo come solista e con famosi ensemble. Oltre che nel campo della musica classica, è impegnato nella valorizzazione della musica folklorica e tradizionale. E’ autore del libro “Le cornamuse, un infinito sonoro” che rappresenta lo studio più ampio realizzato su questo strumento. Giorgio Pinai, brillantemente diplomato in flauto traverso al Conservatorio di Firenze, all’inizio della sua carriera si è dedicato alla musica contemporanea presentando in prima esecuzione assoluta opere di importanti autori. Si è successivamente rivolto allo studio della musica antica suonando in Italia e all’estero con noti musicisti ed ensemble. Polistrumentista, oltre ai traversi storici suona anche il flauto diritto, la cornamusa, il cromorno, il flauto doppio, la bombarda, vari tipi di zampogne e strumenti a fiato etnici di tradizione araba e mediterranea.

Domenica 6 agosto nella chiesa della Maddalena, di fianco al Conservatorio, l’ensemble La Flora di Bologna proporrà il Vespro di Maria di Magdala alla maniera delle monache su musiche dello spagnolo Tomás Luis de Victoria. L’ensemble vocale si cimenta in una delicata operazione di ricostruzione del Vespro basato sull’antico rito romano. Per la concertazione infatti al gruppo è parsa ideale la cornice sonora del convento femminile dove dal medioevo fino al 1600 inoltrato, la musica e le altre arti, considerate veicolo di elevazione spirituale e unione al divino, accompagnavano i principali momenti liturgici e di preghiera. Perciò alle parti strettamente liturgiche, affidate alle musiche di De Victoria, sono state accostate le laudi devozionali di tradizione popolare. L’ensemble vocale La Flora è formato da Alida Oliva, Bianca Simone, Gloria Moretti, Alessandra Fiori. Al termine dei concerti, realizzati in collaborazione con l’assessorato alla Bellezza del Comune di Pesaro, degustazione di prodotti tipici.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>