Tutti in sella! Si riparte con Pirelli

di 

10 agosto 2017

Cycling competition,cyclist athletes riding a race at high speedUn’azienda come Pirelli non poteva lasciarsi sfuggire un mercato in forte crescita come quello della bici. Legambiente ha realizzato un rapporto sull’economia della bicicletta, in collaborazione con VeloLove e Grab+, e secondo i dati raccolti questo mercato vale 6,2 miliardi di euro solo in Italia. Inoltre, è un campo interessante e in ascesa poiché negli ultimi anni c’è una maggiore attenzione alla salute, al benessere fisico e all’ambiente.
Il colosso milanese, guidato da Marco Tronchetti Provera, che attualmente ricopre anche il ruolo di Vece Presidente di Mediobanca, non poteva non rientrare in questo settore, una delle cinque discipline più praticate dagli italiani, e lo fa in gran stile ovvero mettendoci tutta l’esperienza di Pirelli. Del resto il ciclismo su strada è sempre più esigente e necessita non solo di alti standard di performance ma anche di sicurezza.

Ci sono voluti ben due anni, trascorsi tra ricerca e sviluppo, prima di riuscire a ottenere un prodotto ottimale. I test di Pzero Velo sono stati eseguiti negli stessi laboratori di Milano Bicocca dove vengono testate le gomme di Formula 1 (ricordiamo che attualmente Pirelli è il solo fornitore di pneumatici di F1) e secondo Antonella Lauriola, COO Business Unit Velo Pirelli, “Il settore degli pneumatici per bici offre evidenti sinergie con quelli destinate alle quattro ruote, sia a livello di ricerca sia a livello di posizionamento e brand”.
La notizia del ritorno di Pirelli nel ciclismo è una sorpresa perché il colosso italiano non compariva da qualche decennio tra i fornitori di gomme per bici e se pensiamo che nel 1909 lo era stato del primo Giro d’Italia (senza dimenticare Fausto Coppi che montava sulla sua Bianchi le ruote Pirelli nel 1950) questo annuncio non può non strappare un sorriso anche ai non addetti al settore. Del resto, diciamoci la verità, sarebbe stato ingenuo da parte di Pirelli non partecipare a questa fetta di mercato introducendo prodotti offerti da alcuni dei sui principali rivali, come Michelin e Continental.

Sempre secondo Lauriola, Pirelli riprende un suo personale pezzo di storia, calcolando che già nel 1890 si producevano pneumatici per le due ruote.
I pneumatici per le bici da corsa saranno in vendita dal 1° settembre, con un approccio multicanale. Al momento si punta a conquistare l’Europa, l’Australia, il Canada e Usa ma, almeno per adesso la Cina di ChemChina non è stata contemplata, ironico, non è vero?
Molto interessante anche il sito
Veloworld con contenuti di ogni genere riguardanti il mondo del ciclismo, che ci fa già capire l’approccio giovane e dinamico del gruppo milanese.

Vediamo adesso quali sono gli aspetti più tecnici e strutturali della nuova gamma Pzero Velo.
La prima novità che stupisce è lo sviluppo della nuova molecola SmartNet Silica, punto forte di questo prodotto. Questa molecola, che si trova alla base della mescola, a differenza delle altre non ha una struttura sferica ma a bastoncino, conformazione che le consente di andare a integrarsi in modo ordinato e non casuale, come avviene con la silice normalmente. Questo microscopico cambiamento apporta in realtà grandi vantaggi di tre tipi.
Il primo riguarda le prestazioni: le molecole che si dispongono in modo longitudinale fanno sì che la gomma scorra perfettamente sull’asfalto, merito pure dell’elasticità che consente anche una migliore resistenza al rotolamento, per via della diminuzione del calore.
L’altro aspetto è la tenuta sul bagnato, poiché SmartNet si disperde in maniera omogenea e non resta quindi concentrata all’interno della struttura.
Il terzo e ultimo tipo di beneficio riguarda la resistenza alle forature: gli elementi della mescola sono ben legati tra di loro, al punto da formare una sorta di rete stabile che contribuisce a proteggere le gomme dalle forature e di conseguenza, come i più esperti in questo campo potranno immaginare, non c’è la necessità di aggiungere ulteriori strati protettivi che non farebbero altro che appesantire l’articolo.

Pzero Velo è un nome che richiama la Formula 1 e che racchiude in sé tre diversi modelli, ognuno per i principali utilizzi su strada. Ogni modello, inoltre, ha un colore caratterizzate, proprio come avviene per i Pzero in F1.
L’argento è il colore per le bici da road racing, adatte alle competizioni come agli allenamenti; un modello versatile, leggero e che offre una grande sicurezza a chi le utilizza sia su asciutto che su bagnato, senza compromettere la scorrevolezza e il racing.
Le gomme Pzero Velo TT hanno un’etichetta rossa, e sono le più veloci della gamma grazie anche alla loro estrema leggerezza. In questo modello la velocità va a braccetto con un buon grip, scorrevolezza e tenuta sul bagnato.
Le Pzero Velo 4S, ovvero “four seasons”, sono adatte a qualsiasi periodo dell’anno. Resistenti alle forature, hanno un buon livello di scorrevolezza e un affidabile grip sul bagnato.

Non resta quindi che seguire il conto alla rovescia per poter acquistare on line le Pzero Velo dal 31 agosto in poi.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>