Rof, Margarita Gritskova chiude i Concerti di Belcanto

di 

20 agosto 2017

Margarita Gritskova

Margarita Gritskova

PESARO – Nella stagione senza Juan Diego Florez, il Rossini Opera Festival passa alla storia per le voci, bellissime, che hanno caratterizzato la 38^ edizione. Generalizzando, le voci dell’Est, potrebbe essere il titolo del film in proiezione fino a martedì sera. Purtroppo, perché non ci si stancherebbe d’ascoltarle. E di vedere gli allestimenti, anche quelli che hanno diviso gli spettatori.

In questo contesto, giunge a proposito l’ultimo dei Concerti di Belcanto, in programma lunedì 21 agosto, alle ore 16, nell’Auditorium Pedrotti che ospiterà il recital di Margarita Gritskova, mezzosoprano russo di San Pietroburgo, che a una bella voce unisce una bellissima presenza. Un concerto che s’annuncia affascinante, anche per il programma. Ad accompagnarla al pianoforte sarà il connazionale Ivan Demidov.

In programma brani di Gioachino Rossini (il Recitativo e Cavatina di Tancredi “Oh patria!… Di tanti palpiti” da Tancredi; la Cavatina di Rosina “Una voce poco fa” dal Barbiere di Siviglia; la Cavatina di Isabella “Per lui che adoro” dall’Italiana in Algeri; la Scena e Rondò di Cenerentola “Nacqui all’affanno, e al pianto… Non più mesta” dalla Cenerentola; la Cavatina di Sigismondo “Non seguirmi… omai t’invola” da Sigismondo; il Rondò di Elena “Tanti affetti” dalla Donna del lago) e di Mikhail Glinka (l’Aria “L’iniquo voto”; il Souvenir d’une Mazurka; le Variazioni sopra un tema de L’usignolo di Alijab’ev; l’Aria di Ratmir “I zhar i znoy s’menila notschi ten” da Ruslan e Ljudmila)

Margarita Gritskova si è diplomata al Conservatorio di San Pietroburgo ed ha partecipato con successo a numerosi Concorsi internazionali (tra cui Operalia e il Concorso Pavarotti a Modena). Ha cantato Carmen al Conservatorio di San Pietroburgo diretta da Mariss Jansons, Salome all’Ópera di Tenerife diretta da Oleg Caetani. È stata solista del Teatro di Weimar, per poi passare alla Wiener Staatsoper, per la quale ha interpretato Le nozze di Figaro, Il barbiere di Siviglia, La Cenerentola, Idomeneo ed Anna Bolena (al fianco di AnnaNetrebko). Ha debuttato a Salisburgo con Le nozze di Figaro, al Festival di Wildbad con Sigismondo e all’Opera di Colonia con Catone in Utica di L. Vinci.

Tra i suoi impegni futuri anche il debutto all’Opernhaus di Zurigo nel Werther di Massenet assieme a Piotr Beczala e nella Finta giardiniera di Mozart.

Ultimo appuntamento con gli Incontri

Lunedì 21 agosto alle 11 nella Sala della Repubblica del Teatro Rossini si terrà l’ultimo appuntamento degli Incontri, organizzati in occasione del Rossini Opera Festival a cura della Fondazione Rossini. La conversazione avrà come tema la fascinazione esercitata dalla cultura ottomana sul teatro musicale europeo, e sarà tenuta da Larry Wolff, docente di storia alla New York University. Il titolo dell’incontro, The Singing Turk, è lo stesso del volume che Wolff ha dedicato all’argomento. Uno dei titoli affrontati sarà ovviamente Le siège de Corinthe, opera in cartellone al ROF 2017.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>