Inaugurato il parcheggio del cimitero di Fiorenzuola, Ricci: «Uniti per il rilancio del San Bartolo»

di 

29 agosto 2017

PESARO –   «La sfida è trasformare il problema in opportunità». Il sindaco torna sul San Bartolo, inaugurando il nuovo parcheggio del cimitero di Fiorenzuola (480 metri quadrati; 20 posti auto e spazi per la sosta di cinque motocicli; 65mila euro di lavori, incluso il basamento della zona di supporto, ndr): «L’emergenza è stata gestita nel modo migliore possibile. Abbiamo ottenuto subito un impegno importante sulle risorse per il dissesto idrogeologico». Anche perché, insiste, «il trauma dell’incendio ha innescato una consapevolezza nuova, generando unità d’intenti: coesione da mantenere per il rilancio del San Bartolo». Il sindaco cita «il consigliere regionale Andrea Biancani (presente all’inaugurazione, ndr), l’ente parco, il quartiere, i cittadini». E tiene il punto sul resto: «Vigileremo sulla realizzazione dei lavori. La preoccupazione più grande adesso è per il dissesto idrogeologico sotto Fiorenzuola e Casteldimezzo: vanno evitati i tempi lunghi della burocrazia». Oltre a questo, «continueremo a farci venire altre idee per la rifioritura e la valorizzazione». Il parcheggio, prosegue, «è una piccola cosa per la comunità. Ma assume un valore significativo in funzione del cimitero, elemento identitario del luogo».

LE VOCI – Commenta l’assessore Enzo Belloni: «Intervento richiesto dal quartiere, reso possibile dallo sblocco del patto di stabilità. Sui parcheggi proseguiamo nel cronoprogramma: ora Centro Benelli, poi andremo in via Caboto. Siamo a buon punto in via Casella e abbiamo finito in via Toscanini». Aggiunge il presidente del parco Davide Manenti: «Dopo le rotonde di Colombarone, gli asfalti e il lavatoio delle Siligate, proseguiamo con un progetto atteso: è il primo parcheggio che vedo nascere a Fiorenzuola nell’arco di 50 anni». Per il presidente del quartiere Massimo D’Angeli, «la riapertura della strada per il mare è un bel risultato: ora, dopo il parcheggio, attendiamo l’ampliamento del cimitero». Su cui il presidente di Aspes Luca Pieri specifica: «Andiamo avanti: la prossima settimana è in programma un incontro con gli assessorati coinvolti. Il progetto (440mila euro circa di importo complessivo lavori) è già autorizzato, siamo pronti a partire non appena saranno messi a bilancio i fondi che riceveremo dal Comune (più di 100mila euro). Una prima variazione di 50mila euro è già stata votata lo scorso luglio: prima della fine dell’anno contiamo di avere il quadro completo per attivarci».

Questo slideshow richiede JavaScript.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>