Stupri di Rimini, preso il capobranco: era rifugiato residente a Vallefoglia

di 

3 settembre 2017

La cattura del quarto presunto stupratore di Rimini

La cattura del quarto presunto stupratore di Rimini

PESARO – Preso anche il quarto stupratore. Nella notte è finito nelle forze dell’ordine anche quello che è considerato l’ultimo membro della banda che ha seminato orrore in spiaggia a Rimini, stuprando una giovane polacca e una transessuale peruviana. E’ un gongolese di 20 anni, si chiama Guerlin Butungu ed è rifugiato residente a Vallefoglia. E’ stato beccato alla stazione di Rimini dalla polizia della Sco e della squadra mobile di Rimini e Pesaro, su un treno in movimento con cui stava cercando di scappare.

Considerato il capobranco, gli altri tre presunti complici erano stati presi ieri. Due fratelli marocchini di 15 e 16 anni si erano consegnati ai carabinieri di Vallefoglia sentendosi braccati, mentre un nigeriano di 16 anni – nato a Urbino ma residente a Pesaro – è stato catturato fra la stazione del treno e il parco Miralfiore.

 

 

IL VIDEO DELLA CATTURA (TWITTER DELLA POLIZIA DI STATO)

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>