Taglio del nastro alla Via San Francesco riqualifcata. Ricci e Belloni: “Ora è un ingresso alla città dignitoso”

di 

14 settembre 2017

PESARO – Matteo Ricci scende dal municipio con un pezzo di ‘gomma nera': «Ricordate via San Francesco com’era prima?». Un ingresso della città «poco dignitoso», secondo il sindaco. «Anche per via delle macchine». Adesso, osserva, «la via ha un selciato adeguato ed è senza macchine. Riqualificarla era uno degli obiettivi di inizio mandato».

Incipit sul cantiere: «Ci scusiamo con commercianti e residenti per i disagi eccessivi rispetto al programma. Ma dobbiamo fare le gare e non scegliamo le ditte. A volte viene bene, altre viene male». Quindi: «In questo caso si tratta della prima volta in cui non ringrazio la ditta originaria, ma solo quella che ha portato a termine i lavori (Pipponzi di Civitanova Marche, ndr)».

Non solo: «Grazie in particolare agli uffici, che hanno dovuto gestire un cantiere molto complesso. Specialmente alle donne, verso cui c’è stato un trattamento non sempre rispettoso da parte dell’impresa iniziale. Ora metteremo l’illuminazione (con il nuovo sistema radente, più proiettori a led in facciata, ndr), sostituiremo anche le plafoniere sotto i portici. Le attività che hanno investito qui avranno benefici nei prossimi mesi e anni». Quindi, il rilancio: «Al condominio abbiamo chiesto di sistemare le colonne, visto che il porticato è privato ad uso pubblico. Il Comune ha fatto tutto il resto. La stessa richiesta è stata fatta per il privato nell’area dei lavori realizzati sul Corso».

Ancora: «Sull’ex tribunale i lavori partiranno a ottobre e dureranno un anno. Ci metteremo parte degli uffici comunali sparsi in città, in particolare quelli all’ex Bramante». Va avanti: «A fine mese andremo nell’area tra Pescheria e Mengaroni, per la piazza della creatività. Poi il restyling di piazza Mosca, con la posa dell’opera di Vangi, già pronta. Vogliamo concludere entro Natale: con i lavori già fatti e quelli in programma il centro sta svoltando. Intanto esce rafforzata la camminata via San Francesco-Corso». Il sindaco aggiunge «le nuove rastrelliere. Più il cambio delle fioriere temporanee anti-sfondamento, che sostituiremo con altre più adeguate: stiamo ragionando su soluzioni funzionali con la scuola d’arte». Evidenzia l’assessore Enzo Belloni: «E’ un intervento fortemente voluto, nato con tante difficoltà. Siamo stati poco fortunati con l’impresa di partenza, ma coraggiosi e determinati a finire. Anche grazie ai tecnici comunali, che hanno buttato giù diversi magoni. Il ritardo è di tre mesi, qualcuno sui social parlava di incompiuta. Non è stato così e siamo orgogliosi del lavoro fatto». Investimento complessivo di 410mila euro.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>