Fenati e Benelli… è fatta. Nella settimana del ‘Leoncino’ Romano va sulle orme di Saarinen

di 

15 settembre 2017

PESARO – Domenica prossima Romano Fenati salirà su una Benelli 500 quattro cilindri…; tranquilli non è lo scoop dell’anno, è “solo” una rievocazione storica. Un omaggio al grande Giancarlo Cecchini che nel 1972 preparava la moto di Saarinen ( quella col numero 5 con la quale vinse il Gp Pesaro Mobili) e che oggi, insieme al figlio Mirko, prepara ancora la Honda Moto 3 ( che in carena ha il numero 5) con la quale Fenati domenica scorsa ha vinto la gara del Mondiale Moto 3 al Santamonica.

Quelli del Museo e Registro Storico della Benelli sono appassionati veri e, quando si sono incontrati con Andrea Marinelli- titolare della Marinelli Cucine azienda che sponsorizza il team Snipers di Cecchini per cui corre Fenati- è scoccata la scintilla che ha provocato “l’incendio di passione pura” che andiamo a raccontarvi.

Domenica si chiude la fantastica settimana del Benelli Week, manifestazione in onore della casa del Leoncino che anche in questa edizione ha portato a Pesaro centinaia e centinaia di appassionati  (tra loro tanti stranieri). Finirla col mitico “Rombo di Tuono” e Romano Fenati – un cavallo di razza che gode tanta stima a Pesaro – è stata una idea brillante.

Domenica mattina, dopo aver depositato alle ore 9 una corona al cippo dedicato a Tonino Benelli ( quest’anno ricorre l’80esimo anniversario della sua morte) e una visita alla bellissima Villa Miralfiore, tutti in “Pano”. Ci si ritrova in Panoramica alle ore 11 circa nella piazzetta antistante il Sesto Tornante.  Qui Romano Fenati salirà sulla 500 quattro che fu di Saarinen. A fargli compagnia  Eugenio Lazzarini ( tre volte iridato ) in sella alla Benelli 250 quattro  che nel 1969 conquistò il titolo Mondiale con il “canguro”, il pilota australiano Kel Carruthers.

Al loro fianco Ivano Balestrieri ( tecnico pesarese che cure questa magnifiche moto) in sella alla Benelli 350 quattro che fu dell’indimenticato e indimenticabile Paso, quel Renzo Pasolini che con questa moto spesso dava la “paga” al 15 volte iridato Agostini; quindi ci sarà lui, il “grande” Luciamo Battisti- imprenditore, ex pilota e fortunato possessore di questi fantastici gioielli che cavalcherà la preziosa Benelli 500 quattro che la leggenda Mike Hailwood – detto Mike the Bike – portò in gara nel 1968 a Monza. Un delirio insomma: 16 cilindri in Pano!

Da qui, dal Sesto Tornante, tutti insieme si va alla Palla di Pomodoro dove ad attendere la compagnia rombante, oltre al gazebo della Terra Dei Piloti e dei Motori con hostess e vari gadgets,  ci saranno anche i Tir del team Snipers ed è qui che Giancarlo Cecchini prenderà in consegna la 500 cc. che fu di Jarno per passare a Romano la sua Honda, quella con la quale a Misano domenica scorsa ha dato “mezzo secolo” di distacco al secondo e con lei Fenny Five andrà al Moletto per l’ultima “sgasata di giornata”.

Un bel programma, una giornata che sarà ripresa e immortalata  dalle telecamere di Paddock Tv con Franco Bobbiese che intervisterà i protagonisti della manifestazione. Da non perdere.

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>