Gp Malesia, vittoria di Verstappen. Hamilton secondo, Vettel in grande rimonta quarto

di 

2 ottobre 2017

SEPANG (Malesia) – Max Verstappen festeggia il ventesimo compleanno conquistando la seconda vittoria in carriera, con una gara perfetta il ragazzo terribile, zittisce tutti i suoi detrattori e fa la felicità dei suoi molto più numerosi fan. Una vittoria quella dell’olandese della Red Bull, che per certi versi è un piccolo favore per Vettel e la Ferrari.
Infatti con una stupenda gara il tedesco della Ferrari partito ultimo per le note vicende delle qualifiche di ieri, con una rimonta da antologia,ottiene il massimo risultato possibile, che comunque allunga ugualmente il distacco da Hamilton ora a 34 punti, quando mancano cinque gara alla fine del campionato. Da parte sua Hamilton oggi ha corso da ragioniere partito in testa si è lasciato sfilare “docilmente “da Verstappen, forse per lanciare un messaggio ancor più chiaro a Vettel e alla Ferrari, cioè state sereni il mondiale lo vinco io.
Per la Ferrari un altro weekend da dimenticare, dopo il sabato nero di Vettel,  anche Raikkonen non ha voluto essere da meno,pur incolpevole , infatti pronto a contrastare Hamilton dopo una stupenda qualifica la sua SF 70-H ha pensato bene di andare in tilt senza nemmeno partire. Per sdrammatizzare forse è meglio chiamare uno stregone al posto del pur bravo Arrivabene.Come se tutto questo non bastasse dopo la bandiera a scacchi Vettel è vittima di un tamponamento con la Williams di Stroll, risultato finale Ferrari distrutta nel posteriore con la probabilità di dover sostituire il cambio per domenica prossima in Giappone,  il che porterebbe ad un’altra penalità nello schieramento per Vettel.
Al di là della matematica si può veramente parlare di  sogno mondiale finito per il Cavallino, con l’unica speranza che Vettel non mollando possa offrire delle gare spettacolari , magari confidando che la “sfortuna” ora venga “attratta” dal colore argento. Comunque un’annata positiva perla Ferrari ritormata nei ranghi che le competono, complimemti amche ad Hamilton fluoriclasse indiscusso, divoratore di record che oltre  alla possibilità di essere arricchiti, lasciano fin da ora un segno importante nella storia della F.1. Sul terzo gradino del podio è salito Daniel Ricciardo con l’altra Red Bull, che dopo la “cura” di metà stagione è lanciata nel tentativo di rinconcorsa alla Ferrari per la seconda piazza del Cosruttori. Quinto posto per un Bottas che da un paio di gare sembra aver perso lo smalto iniziale che lo aveva portato a vincere due gran premi. Sesto Perez che con il decimo posto del compagno Ocon, consolida la strabiliante stagione della Force India. Settimo Vandoorne, il giovane belga della McLaren Honda per la seconda volta consecutiva a punti, si è tolto la soddisfazione di stare nuovamente  davanti al blasonato e veloce compagno Alonso. Ottavo ha chiuso un alptro giovane in crescita Lance Stroll, anche  se la tamponata clamorosa a Vettel è dimostrazione che il baby canadese un po di strada ancora ne deve percorrere. Compitino svolto anche per “nonno” Massa nono con l’altra Williams.  Ora si smonta tutto di
corsa per trasferirsi in Giappone per il gran premio di domenica prossima.
ORDINE DI ARRIVO GP DELLA MALESIA
1) VERSTAPPEN – RED BULL
2) HAMILTON -MERCEDES
3) RICCIARDO – RED BULL
4)VETTEL – FERRARI
5) BOTTAS – MERCEDES
6) PEREZ – FORCE INDIA
7) VANDOORNE – McLAREN- HONDA
8) STROLL – WILLIAMS
9 MASSA – WILLIAMS
10) OCON – FORCE INDIA

Questo slideshow richiede JavaScript.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>