Vis contro Matelica: là in cima c’è posto solo per una. Al Benelli soffia aria di big-match. La diretta testuale su Pu24 dalle 15

di 

7 ottobre 2017

PESARO – Ogni partita vale sempre 3 punti, ma è difficile scorgere questa equazione anche in Vis Pesaro – Matelica di domani. Dove i punti che Vis o Matelica guadagneranno nel match del Benelli saranno punti da incassare e, contemporaneamente, da togliere a quello che può essere un credibile avversario diretto per l’altissima classifica.

Intanto, sulla vetta si è accomodato il Campobasso. Che ha approfittato del passo falso pesarese a Pineto che ha messo la prima macchietta sulla fedina altrimenti immacolata della Vis di Riolfo. Vis che, prima di domenica scorsa, aveva conosciuto sole vittorie. I molisani cominciano a mettere argomenti importanti per una certa credibilità al vertice, ma è difficile non scrutare in Vis-Matelica di oggi le due pretendenti più accreditate al bersaglio grosso.

Il Matelica, anche in questa stagione, non ha badato a spese primeggiando negli investimenti estivi del presidente Mauro Canil. La Vis, dal canto suo, ha altrettanto aumentato i suoi investimenti per costruire quel mix di rosa, società e piazza matura al punto giusto per aspirare al massimo dopo la vittoria dei playoff di un campionato fa.

E’ un Vis-Matelica che suggerisce come oggi sia vietato mancare al Benelli. Sarà la prima delle quattro Giornate Biancorosse (gli abbonamenti non saranno validi) con la prevendita che si esaurisce nel sabato del Circolo Amici della Vis e di Prodi Sport con biglietti che saranno poi regolarmente acquistabili al botteghino domenicale.

Per la Vis è un test ulteriormente probante perché, dopo aver conosciuto solo soddisfazioni, l’impegno chiama i biancorossi alla prima reazione stagionale da una sconfitta. Reazione che, parzialmente, si è già palesata nel mercoledì di Coppa Italia a Rimini dove, a dispetto del risultato avverso, ci sono stati 75 gagliardi minuti giocati in inferiorità numerica che hanno dato già una bella risposta caratteriale.

Ora però serve tornare a riempirsi la pancia coi punti. Per farlo, Riolfo dovrebbe riaffidarsi alla formazione da quattro vittorie su quattro. Il Matelica ha gli stessi punti della Vis frutto di quattro vittorie e del flop interno con la Jesina di tre giornate fa. Domenica scorsa ha vinto 2-1 col Monticelli e mercoledì si è vendicata della Jesina (2-0) in Coppa Italia. Matelica forte e che, rispetto alle scorse stagioni, gioca anche un bel calcio, ma soprattutto è un Matelica tutto da scoprire alle latitudini marchigiane vista la curiosa colonia veneta che si è insediata nell’entroterra maceratese. Dal presidente Canil al d.s. Maniero, da mister Tiozzo ad una rosa che ha attinto a piene mani da pezzi pregiati della D veneta.

Un campionato fa la doppia sfida finì senza vincitori: 1-1 a Pesaro, 3-3 a Matelica. Quella di domenica sarà l’undicesima sfida: 2 vittorie a 1 per il Matelica; 7 pareggi.

Bortoletti abbraccia CartaLa partita sarà seguibile come sempre con la webcronaca diretta su www.pu24.it a partire dalle 15. Queste le probabili formazioni:

VIS PESARO (4-3-1-2): Marfella; Ficola, Cacioli, Radi, Boccioletti (Calzola); Bortoletti, Paoli, Carta; Buonocunto; Baldazzi (Cruz), Olcese. All. Riolfo

MATELICA (4-2-3-1): Kerezovic; Brentan, Gilardi, Meneghello, De Gregorio; Lo Sicco, Malagò; Angelilli (Oliveira), Gabbianelli, Mancini; Magrassi (Gioé). All. Tiozzo

Arbitro: Angelucci di Foligno

 

Il programma della 6’ giornata:

Vis Pesaro – Matelica

Olympia Agnonese – Campobasso

Fabriano Cerreto – L’Aquila

Monticelli – San Marino

Francavilla – Castelfidardo

Jesina – Pineto

Nerostellati Pratola – Recanatese

San Nicolò – Vastese

Sangiustese – Avezzano

 

Classifica: Campobasso 13; Vis Pesaro e Matelica 12; Sangiustese e Castelfidardo 10; L’Aquila 9; Jesina 8; San Marino e Vastese 7; San Nicolò, Fabriano Cerreto, Francavilla e Pineto 6; Recanatese 5; Olympia Agnonese 4; Avezzano 3; Monticelli 2; Nerostellati Pratola 1

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>