Volley A1, la myCicero Pesaro “murata” dalla Lardini Filottrano. Tomsia, la vendetta dell’ex

di 

15 ottobre 2017

Volley Pesaro

LARDINI FILOTTRANO – MYCICERO VOLLEY PESARO 3-1 (20-25; 25-12; 25-19; 25-18)
FILOTTRANO: Melli (0/2), Bosio 5 (0/3; battute vincenti 1; muri 4), Feliziani (L: Ricezioni 19, errori 1, positiva 74%, perfetta 53%), Gamba non entrata, Negrini ne, Agrifoglio ne, Tomsia 23 (17/43; bv 1; 5 muri 5), Mitchem 17 (13/37; bv 1; muri 3), Mazzaro ne, Cogliandro 7 (5/13; 2 muri), Hutinski 7 (4/8; 3 muri), Sćuka 13 (12/36; 1 muro). All. Beltrami; vice Amiens
PESARO: Bokan 11 (4/28; 3 muri), Cambi 2 (1/4; 1 muro), Olivotto 4 (2/7; bv 1; 1 muro), Nizetich (/; bv, bs; muri), Ghilardi (L: Ricezioni 20, errori 1, positiva 70%, perfetta 50%), Bussoli 1 (1/4), Aelbrecht 10 (8/20; bv 2), Van Hecke 15 (15/52), Baldi (0/5), Carraro, Vagnini, Arciprete 7 (6/26; 1 muro). N.e. Lapi. All. Bertini; vice Burini
ARBITRI: Rolla e Oranelli di Perugia
PARZIALI: 20-25; 25-12; 25-19; 25-18 in 99 minuti
NOTE: spettatori 1.650 con piccola presenza pesarese. In tribuna anche Davide Mazzanti, allenatore della Nazionale. Esordio in serie A per Martina Vagnini, classe 2000
STATISTICHE DI SQUADRAFILOTTRANO: Battute 94, errori 7, punti 3. Ricezioni 67, errori 8, positiva 52%, perfetta 37%. Attacchi 142, errori 11, muri subiti 6, punti 51, 36%. Muri fatti 18. Errori avversarie 23. VOLLEY PESARO: Battute 74, errori 7, punti 3. Ricezioni 86, errori 6, positiva 59%, perfetta 28%. Attacchi 146, errori 10, muri subiti 18, punti 41, 28%. Muri fatti 6. Errori avversarie 24

Bastano i numeri a raccontare un derby iniziato bene e finito malissimo per la myCicero. Al contrario, Filottrano soffre terribilmente in avvio (7 errori nel primo set), ma pure continuando a sbagliare troppo (come le pesaresi) cresce tanto in seguito, concedendo alle pesaresi 47 punti in 3 set. Soprattutto la squadra di Beltrami è padrona assoluta di un fondamentale (ce ne sarebbero anche altri, in verità): il muro. Pesaro ne mette a terra 6, la Lardini 18. Un abisso. Bosio – la palleggiatrice – mura 4 volte, mentre le due centrali pesaresi si fermano a 1. All’inizio è Arciprete (8 in totale) a subire il muro avversario, poi è il turno delle compagne, a incominciare da Bokan (4). Con le laterali bloccate, la titolare assente per impegni con la sua Nazionale e le centrali in difficoltà (leggi le statistiche) tutto il peso dell’attacco – assente Yas Nizetich – è nel braccio di Lise Van Hecke.

E pensare che il primo set vinto avrebbe dovuto caricare la myCicero, che invece è crollata nel secondo. Avanti 4-5, Pesaro ha subito il muro avversario ed è crollata, subendo break assai negativi. Sullo slancio, Filottrano ha accentuato la supremazia, trascinata da Berenika Tomsia, ex di turno con Nicole Gamba, che aveva il dente avvelenato dopo il no della società pesarese al suo ingaggio.

Insomma, i successivi parziali non hanno avuto storia, compreso il terzo, quando Aelbrecht e compagne hanno sprecato un lieve ma importante vantaggio (5-9 prima e 11-14 poi), cedendo nettamente con sigillo finale di Mitchem (ace). Il quarto set è stato la fotografia del derby quasi a senso unico. Chi s’atteneva una reazione pesarese si è trovato davanti a un tabellone (16-6) che non concedeva speranze. L’errore finale di Cambi ha posto fine alla sfida che stasera è stata impari.

Ora alla myCicero non resta che sperare nell’arrivo di Yas Nizetich, che nella notte si gioca con la sua Argentina la qualificazione al Mondiale 2018, a un passo dopo la netta vittoria di ieri sull’Uruguay (3-0) e la clamorosa sconfitta del Perù padrone di casa al cospetto della Colombia (0-3) travolta il giorno prima dalle “panteras”. Pure giocando 2 soli set, Yas è stata la migliore realizzatrice con 13 punti.

“Abbiamo pagato l’emozione del debutto e la tanta fatica fatta con i posti ‘4’ – ammette Bertini a fine partita – Mi consolo pensando al fatto che in settimana si aggregherà Nizetich e potremo finalmente lavorare al completo”.

Le altre partite della 1^ giornata

Igor Gorgonzola Novara – Unet E-Work Busto Arsizio 3–2 (giocata sabato).
Pomì Casalmaggiore – Imoco Conegliano 0-3 (giocata sabato)
Liu Jo Nordmeccanica Modena – Savino Del Bene Scandicci 0–3 (giocata sabato)
Il Bisonte Firenze – Saugella Monza 3-1 (25-23; 21-25; 25-23; 25-23 in 109 minuti)
Sab Legnano – Foppapedretti Bergamo 3-0 (25-18; 25-14; 25-16 in 66 minuti). Camilla Mingardi, migliore realizzatrice della serie A2, ha realizzato 19 punti attaccando con il 71%. 11 punti per Alice Degradi.

La classifica

Scandicci, Legnano, Conegliano, Filottrano e Firenze 3
Novara 2
Busto Arsizio 1
Monza, Pesaro, Casalmaggiore, Bergamo e Modena 0

Il prossimo turno

Sabato 21 ottobre, ore 20,30
Savino Del Bene Scandicci – Pomì Casalmaggiore
Unet E-Work Busto Arsizio – Lardini Filottrano

Domenica 22, ore 17
myCicero Pesaro – Igor Gorgonzola Novara
Foppapedretti Bergamo – Liu Jo Nordmeccanica Modena
Saugella Monza – Sab Legnano

mercoledì 25, ore 20,30
Imoco Conegliano – Il Bisonte Firenze

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>