Fondo anticrisi del Comune per emergenza casa e crisi occupazionale: domande entro il 27 novembre

di 

26 ottobre 2017

 

L'assessore Sara Mengucci (Foto Filippo Baioni)

L’assessore Sara Mengucci (Foto Filippo Baioni)

PESARO – Sostenere le famiglie maggiormente colpite dalla crisi economica e occupazionale, con particolare riferimento all’emergenza “casa”.  Il secondo bando riguardante il fondo anticrisi pubblicato in questi giorni, si pone l’obiettivo di utilizzare appieno gli stanziamenti di bilancio 2017 assegnati dal Consiglio comunale a sostegno delle famiglie colpite da crisi economica e occupazionale.

Per presentare le domande ci sarà tempo fino al 27 novembre 2017.

“Da un’analisi dettagliata dell’andamento dei flussi delle domande di accesso al contributo negli anni di istituzione del fondo 2014/2017 – spiega l’assessore alla Gestione Antonello Delle Noci –, si è riscontrata una progressiva diminuzione delle richieste, evidenziando la necessità di modificare, integrare e adeguare i requisiti di accesso al bando alle nuove realtà sociali e occupazionali, per ampliare la platea degli aventi diritto e riuscire ad aiutare un maggior numero di famiglie con almeno un componente colpito dalla crisi economica”.

A tale scopo, il 17 ottobre scorso si è tenuto un incontro alla presenza dell’assessore alla Gestione e delle organizzazioni sindacali, per condividere un percorso di integrazione e modificare i requisiti di accesso al contributo.

“Il Comune di Pesaro da sempre è impegnato nel sostegno alle famiglie e alle nuove fasce fragili emergenti. Ecco quindi che si è deciso di ‘ampliare’ le categorie degli aventi diritto – interviene l’assessore alla Sostenibilità Sara Mengucci -, per la qual cosa ora il fondo anticrisi sarà destinato oltre al sostegno delle spese riferite all’abitazione di residenza, ovvero locazione, deposito cauzionale  anche al  rateo del mutuo ipotecario, alle utenze e spese condominiali, sostenute nel periodo che va dal primo gennaio 2017 al 30 settembre 2017″.

Il Consiglio comunale ha stanziato per il fondo anticrisi un contributo di 230.000 euro complessivi (con due delibere: 30 gennaio 2017 e 6 giugno 2017).

 

Beneficiari e condizioni

Possono richiedere il contributo le persone residenti nel Comune di Pesaro, che per effetto della crisi economica abbiano nel proprio nucleo familiare almeno un componente che si trovi in una delle seguenti condizioni:

 

    1. lavoratore disoccupato a causa di licenziamento dovuto a crisi aziendale o dimissioni per giusta causa (vedi circolare INPS n. 97/2003 e n. 163/2003);
    2. lavoratore dipendente non a tempo indeterminato o comunque occupato, titolare di contratto di lavoro (decreto legislativo 15 giugno 2015 n. 81);

 

  • altre categorie di lavoratore anche autonomo, rispettivamente disoccupato o senza lavoro alla data di presentazione della domanda che possa avvalersi di un Isee corrente (ai sensi dell’articolo 9 del D.P.C.M. nr. 159/2013), con valore non superiore a 10.0000,00 euro.Tali condizioni devono essere possedute al momento della presentazione della domanda di contributo.

    Requisiti

    Vengono ammesse al contributo richieste di nuclei familiari, anche monopersonali, con un valore dell’Indicatore della Situazione Economica Equivalente – Isee  non superiore a 10.000,00 euro attestati da Isee ordinario o, qualora ne ricorrano i presupposti, da Isee corrente redatto  ai sensi dell’articolo 9 del D.P.C.M n. 159/2013.

    Contributo

    Il contributo concedibile è relativo alle spese complessive, effettivamente sostenute e documentate con riferimento al periodo 1° gennaio 2017 – 30 settembre 2017 per:

    a) canone di locazione;

    b) spese relative al deposito cauzionale per la stipula di un contratto di locazione;

    c) rateo del mutuo ipotecario stipulato per l’acquisto della casa di residenza del nucleo

    richiedente;

    d) spese condominiali;

    e) spese relative alle utenze di luce, gas, acqua, riferite all’abitazione di residenza

    La quota di contributo massima che potrà essere concessa nell’anno 2017, riferita al valore Isee del richiedente,  è pari

 

    • a 1.000,00 euro per nuclei familiari con valore Isee non superiore a  6.000,00 euro;
    • a 750,00 euro per nuclei familiari con valore Isee superiori a. 6.000,00 euro e inferiori  o pari a  10.000,00 euro.Dove chiedere informazioni
    • Servizio Politiche Sociali Comune di Pesaro via Mameli, 9 – Piano 3°, nei seguenti orari e giorni: lunedì -venerdì 10 – 13, martedì 15.15 – 16.30 e giovedì  10-17 (sig.ra Iris De Marco tel 0721 387290 – sig.ra Alessandra Capatti tel 0721 387537).Per reperire l’avviso pubblico e i modelli di domanda:
    • Sito web del Comune di Pesaro: www.comune.pesaro.pu.it
    • U.R.P. – Ufficio Relazioni con il Pubblico del Comune di Pesaro – Sportello Informa&Servizi – Largo Mamiani n. 11, dal lunedì al venerdì, ore 9 -13

 

  • Servizio Politiche sociali Comune di Pesaro, via Mameli, 9 – 3° piano: lunedì-venerdì dalle 10 alle 13; martedì 15.15 – 16.30 e giovedì  10-17.

 

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>