Volley A1, i derby lombardi fanno felici Busto Arsizio e Monza: male la Pomì, prossima avversaria della myCicero Pesaro

di 

4 novembre 2017

L’Unet E-Work Busto Arsizio (foto dalla pagina Facebook) vince il derby e per una sera è in vetta alla classifica con Scandicci e Conegliano

L’Unet E-Work Busto Arsizio (foto dalla pagina Facebook) vince il derby e per una sera è in vetta alla classifica con Scandicci e Conegliano

PESARO – Busto Arsizio e Monza sugli scudi nella quarta giornata d’andata della stagione regolare di serie A1. Sono le squadre di Mencarelli e Pedullà a sorridere nei derby lombardi.

Bergamo è sempre in formazione rimaneggiata – senza Malinov e Sylla che fa le boccacce alle telecamere di Rai Sport – ma recupera Popovic, data assente alla vigilia. Busto è priva di Valentina Diouf, colpita all’occhio sinistro (bendato) nell’allenamento di venerdì. La Foppapedretti parte benissimo (0-4), ma subisce un 19-5 che annichilisce la squadra di Micoli, brava solo a contenere il divario al primo cambio di campo. In evidenza Vittoria Piani, sostituta di Diouf.

Molto combattuto il secondo set. Una fast di Stufi dà il 24-23, un’invasione di Orro restituisce la parità. Si va avanti punto a punto fino al 31 pari, con Bergamo che guadagna e spreca 5 palle set, ma Acosta trova le mani del muro per il 31-33. Parità nel conto set.

Busto apre 7-0 e va a più 8 (10-2) con un ace di lato B di Piani. L’Unet difende agevolmente il netto vantaggio (23-10) e torna avanti nel conto set. Purtroppo, sul 24-11, dopo un tentativo di muro, la giovane americana Sara Wilhite cade sul piede di un’avversaria e ed è vittima di un infortunio, che sembra grave, alla caviglia destra. La farfalla viene portata fuori in barella ed è accompagnata all’ospedale. Finisce con un ace.

Busto non intende concedersi ulteriori distrazioni e conquista subito un break importante che lascia la Foppapedretti a quota zero e lancia ancor più la squadra di Marco Mencarelli. L’ultimo punto è di Piani.

Davanti al marito ct azzurro Davide Mazzanti, Serena Ortolani trascina, la Saugella Monza nel primo set, ma nel secondo parziale le brianzole devono fare i conti con la canadese Sara Pavan (15 punti con 2 muri) che attacca da altezze impossibili per la difesa di Luciano Pedullà. Chiude un muro di Jovana Stevanovic. E’ il primo set vinto in casa dalla Pomì – senza Martina Guiggi, oltre che di Leo Lo Bianco da tempo lontana dal taraflex – che nel prossimo turno ospiterà la myCicero Pesaro.

Il terzo set è tutto di Monza, con troppi errori Pomì che fanno infuriare Marcello Abbondanza: “Stiamo facendo una figura di merda!”. Con Valentina Zago (al posto di Pavan) al servizio, Casalmaggiore torna a meno 6 (12-18). Edina Begic blocca l’emorragia, ma Devetag sbaglia battuta. Un palleggio molto dubbio non è sanzionato dall’arbitro, Monza ringrazia e con Begic va a quota 20. La Pomì ritorna a meno 5 sul 16-21. Havelkova chiude la porta al tentativo di rimonta: 16-23. Un errore di Devetag da posto 3 la riapre: 20-23. Starcevic attacca per il meno 2, ma è preda del muro brianzolo (Devetag). Serena Ortolani manda al cambio di campo.

L’avvio di quarto set è mortificante per Abbondanza e soprattutto per le sue ragazze: 7-17. In un time-out, il coach romagnolo chiede una risposta: “Loro giocano bene, perderemo, ma proviamo a giocare a pallavolo”. Ma si va sul 10-20. E’ la resa definitiva della Pomì che sembra in grandissima difficoltà. Zago, ex monzese, priva a combinare qualcosa, ma poi manda lunga una pipe e così Micha Hancock, palleggiatrice della Saugella, si conferma ispirata servendo ora in posto 2, ora in posto 4, distribuendo bene gli attacchi di Ortolani e Havelkova. Il servizio sbagliato da Megan Cyr fissa il finale: 13-25 e 1-3. La logica conclusione di una partita vinta meritatamente da Monza.

Unet E-Work Busto Arsizio – Foppapedretti Bergamo 3-1

Parziali: 25-14; 31-33; 25-11; 25-16 in 119 minuti .

Migliori realizzatrici:

Busto Arsizio: Gennari e Bartsch 20, Piani 19, Stufi 13

Bergamo: Malagurski 14, Acosta 10

Pomì Casalmaggiore – Saugella Monza 3-1

Parziali: 19-25; 25-20; 21-25; 13-25 in 102 minuti .

Migliori realizzatrici:

Casalmaggiore: Pavan 20

Monza: Havelkova 20, Ortolani 18

Si giocano domenica (ore 17)

myCicero Pesaro – Liu Jo Nordmeccanica Modena

Igor Gorgonzola Novara – Lardini Filottrano

Imoco Conegliano – Sab Legnano

Il Bisonte Firenze – Savino Del Bene Scandicci

La classifica

Scandicci, Conegliano e Busto Arsizio (*) 9

Novara 8

Monza (*) 6

Modena 4

Legnano, Firenze, Pesaro, Casalmaggiore (*) e Filottrano 3

Bergamo (*) 0

Volley A2, confronto al vertice a San Giovanni in Marignano, con tante ex marchigiane, ma il calendario è assurdo

Si gioca anche in serie A2 e la sesta giornata di andata propone una grande partita a meno di 20 chilometri da Pesaro: la Battistelli – sponsor pesarese – Consolini San Giovanni in Marignano ospita l’Ubi Banca San Bernardo Cuneo. Da una parte Ilaria Battistoni e Martina Bordignon, ex pesaresi; dall’altra l’ex capitano della myCicero, Federica Mastrodicasa, ma anche Teresa Vanzurova, Mvp della Lardini Filottrano che ha vinto il precedente campionato di A2, e Francois Salvagni, ex allenatore di Urbino. Insomma, tanti motivi per andare in Romagna, se non ci fosse la partita di Pesaro.

Ci piacerebbe conoscere il QI del computer che compila i calendari. Prima o poi ci penseranno anche in Lega Pallavolo Serie A Femminile.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>