Italservice a Napoli per riprendere la corsa

di 

10 novembre 2017

Ramiro con la squadra dell'Italservice

Ramiro con la squadra dell’Italservice

PESARO – L’Italservice vuole strappare punti a Napoli. Quei punti che sono sfuggiti nell’ultimo turno casalingo contro Pescara.

Si gioca sabato 11 novembre alle 18 (diretta su Radio Prima Rete) in un campo difficile come avverte il d.s. Andrea Bellini: “La partita sarà molto complicata, perché Napoli è un fortino, avremo  di fronte una squadra esperta, forte fisicamente e con un tecnico capace che la sta plasmando secondo il suo concetto di futsal”.

Ma Pesaro va in Campania per vincere: “Siamo sicuri che la tecnica e la velocità della nostra formazione potrà ben contrapporsi ai favori del pronostico che sono tutti dalla parte della squadra napoletana”.

Il Napoli quest’anno ha cambiato molto, tranne due elementi, prendendo giocatori di forte caratura internazionale  come Peric, capitano nazionale serba, Jelovcic stella della nazionale croata, Ghiotti e Duarte, vice campioni d’Italia, il portiere Espindola campione d’Italia ad Asti, Patias dal Benfica  e pivot della nostra nazionale. Inoltre ci sono Chinchio, Terenzi e Massimo De Luca, nazionali italiani. L’avversaria di turno ha cambiato allenatore nel corso dell’attuale campionato. Francesco Cipolla che l’anno scorso ha condotto la squadra fino alle semifinali playoff, è stato sostituito dal portoghese Polido, già campione d’Italia con la Marca Trevigiana. Polidoro  guida la squadra da due turni di campionato con una vittoria interna e il pareggio a Reggio Emilia con il Kaos. La società partenopea, con un programma di medio termine,  si è stabilmente inserita tra i club più importanti, grazie all’unione di passione, competenza e serietà della dirigenza e del presidente Veneruso.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>