Volley A1, la myCicero – ora quinta – sparge veleno sulla torta nuziale di Abbondanza: 3 punti preziosi con Casalmaggiore

di 

12 novembre 2017

Lise Van Hecke grande protagonista con tutte le compagne

Lise Van Hecke grande protagonista con tutte le compagne

POMI’ CASALMAGGIORE – MYCICERO PESARO 0-3
CASALMAGGIORE
: Cyr 2, (1/1) Napodano (L) , Sirressi (L: ricezioni 17, errori 2, positiva 29%, perfetta 18%), Guiggi 7 (5/11), Zeng, Pavan 17 (14/24), Starčević 6 (5/22), Guerra 8 (6/28), Zago 2 (2/7), Stevanović 8 (5/15), Rondon ne, Zambelli ne. All. Abbondanza; vice Lucchi
PESARO: Bokan 12 (10/26), Cambi 4 (3/4), Olivotto 6 (3/6), Nizetich 14 (12/26), Ghilardi (L: ricezioni 22, errori 0, positiva 82%, perfetta 36%)), Bussoli, Aelbrecht 6 (5/9), Van Hecke 17 (14/38). N.e. Baldi, Carraro, Arciprete, Lapi. All. Bertini; vice Burini
ARBITRI: Giuseppe Curto di Gorizia e Marco Zingaro di Foggia
PARZIALI: 25-27; 23-25; 13-25 in 88 minuti
NOTE: spettatori 2.403
STATISTICHE DI SQUADRA: CASALMAGGIORE: Battute 62, errori 8, punti 4. Ricezioni 69, errori 4, positiva 51%, perfetta 23%. Attacchi 108, errori 5, muri subiti 8, punti 38, 35%. Muri fatti 8. Errori avversarie 11. PESARO: Battute 75, errori 5, punti 4. Ricezioni 54, errori 4, positiva 57%, perfetta 19%. Attacchi 109, errori 4, muri subiti 8, punti 47, 43%. Muri fatti 8. Errori avversarie 18

 

Veleno sulla torta nuziale di Marcello Abbondanza, che sabato, a Cesenatico, ha sposato Damla Albayrak, ex manager del Fenerbahce Istanbul, la cui squadra femminile è stata allenata per quattro anni dal coach romagnolo.
Il veleno glielo sparge a piene mani la myCicero che rispetta i propositi manifestati alla vigilia di sfruttare le difficoltà della Pomì. Obiettivo raggiunto con una vittoria inequivocabile, prima inseguendo, poi difendendo il vantaggio, infine dominando. E la classifica si fa interessante, anche se la stagione è lunga e niente può essere dato per scontato. Semmai, di scontato c’è che il lavoro paga, se è vero che stasera si è vista – in attacco, perché la sua ricezione, pure limitata al massimo dal lavoro di Ghilardi e Nizetich, è sempre deficitaria: sui 3 errori dei 4 di squadra, suo il 12% di positività – la Tatjana Bokan che la myCicero desiderava. Con tre laterali in doppia cifra, bene assistite da Carlotta Cambi che migliora di partita in partita, diventa un problema per le difese avversarie arginare il gioco piacevole mostrato dalle ragazze di Bertini. Notevoli anche i pochi errori commessi e il rapporto tra battute sbagliate e punti realizzati al servizio. Insomma, una prova da grande squadra, pure con le tare di una Pomì che sembra in crisi psicologica. Merito delle ragazze di Bertini averla accentuata vincendo il primo set.

Abbondanza deve rinunciare a Brayelin Martinez, dominicana, impegnata con la sua nazionale Under 23 in un torneo in centro America (a conferma della miopia di chi organizza i tornei internazionali), ma recupera le espertissime del gruppo: Martina Guiggi e Leo Lo Bianco, anche se la regia è affidata alla canadese Megan Cyr, in diagonale con la connazionale Sara Pavan.
Solito sestetto per Bertini.

Pesaro inizia benissimo (3-7 su servizio con ace di Cambi), obbligando Abbondanza al primo time-out. Un margine difeso bene grazie a una Bokan che attacca con profitto (7 punti nel parziale). Sul 12-15 esterno, però, una battuta sbagliata di Olivotto manda al servizio Pavan che infila una perla dietro l’altra, compresi 2 ace che procurano un parziale di 7-0 e ovvio sorpasso: 19-15.
Il secondo time-out di Bertini raffredda la battuta della canadese che sbaglia. Eppure la Pomì conserva il più 3 e sul 20-17 Abbondanza propone il doppio cambio mandando sul taraflex – prima volta nella stagione – Leo Lo Bianco, un totem della pallavolo italiana, e non solo italiana. Con lei, anche la cinese Zeng.
Pesaro è ancora a meno 3 sul 22-19, quando Bokan mura Stevanović. Van Hecke è scatenata ed è parità malgrado il time-out lombardo e il ritorno della diagonale titolare. Entra Zago per una deludente Guerra. La Pomì ha una palla set sul 24-23; gliela azzera Van Hecke. Un’invasione di Cyr ribalta la situazione, ma Van Hecke attacca fuori e il video-check conferma che non c’è tocco del muro. La parità è rotta dall’opposto belga, che in preziosa staffetta con Freya Aelbrecht regala il set alla myCicero: 25-27 in 31 minuti. Un parziale da ricordare, una partita in un set. Pavan 8, Bokan e Van Hecke 7. 4 muri a 2 per la Pomì che riceve assai peggio della myCicero (43% e 13% contro il 65% e 30%), anche se l’efficienza offensiva è pari: 41%.

Ed è solo l’aperitivo, perché il secondo set riserva analoghe emozioni e soprattutto garantisce un altro punto in classica, visto che se lo aggiudica ancora Pesaro: 23-25 in 30 minuti. Poiché spesso sono i dettagli a fare la differenza, Mvp del parziale è Matteo Bertini. E vi spieghiamo il perché.
Accade che la myCicero parta ancora una volta benissimo: 3-7. E poi subisca il ritorno lombardo: 11 pari, ma anche 11 a 16. Le ragazze in maglia bianca sono brave a non battere ciglio, a rispondere colpo su colpo, anche al triplo cambio di Abbondanza, evidentemente disperato visto l’andamento della partita. Soprattutto quando la Pomì recupera dal 18-20, ma soprattutto dal 21-23. Sull’ennesima parità firmata da Pavan, con Zago in battuta, Bertini ferma il gioco e come già nel set precedente, quando raffreddò la mano di Stevanović, fa altrettanto con Zago che serve in… curva. Palla set che Bokan sfrutta con un grande servizio che obbliga le lombarde al quarto tocco. E’ il sesto errore della Pomì, contro i 3 della myCicero. Forse è proprio questo a fare la differenza, oltre alle scelte felici di Bertini.

Fare bene aiuta a fare bene. Lo si vede nel terzo set che vede l’ennesima partenza con piede sull’acceleratore della myCicero. Sul 7-16 (fast di Aelbrecht che poi, più carica che mai prende in braccio Alessia Ghilardi) è a portata di mano la prima vittoria esterna della stagione, e con questa un clamoroso salto in classifica, pure condizionata dai posticipi. Arriva anche il più 10 (7-17) con una prima intenzione della centrale belga che sfrutta un servizio degno di… Ivan Zaytsev firmato da Yas Nizetich. Il divario è esaltante per la myCicero, imbarazzante per la squadra che solo due anni fa era campione d’Europa, con Olivotto e Cambi in maglia Pomì. Casalmaggiore non vede l’ora di andare sotto al doccia, la myCicero giocherebbe fino a mezzanotte. Perché arriva anche il più 11: 9-20. In campo una sola squadra, la myCicero, che – trascinata da Alessia Ghilardi e nell’occasione da Cambi – difende tutto e s’esalta poi in attacco. Da applausi il 10-21 siglato da Nizetich. Il tabellone di Lvf.tv dà addirittura il 9-22. Giusto – sicuramente – o no, Pesaro è a un passo dal bottino pieno, mentre Abbondanza protesta, ammutolito. Una lunga pausa, che fa male solo a chi vorrebbe andare via subito, poi si riprende dopo un colloquio fra gli arbitri, e la myCicero chiude (23-25) con l’ennesimo attacco di Lise Van Hecke.

Peccato che non ci fosse davvero la diretta di Rai Sport, come erroneamente comunicato dall’emittente, confermandola anche nel Televideo, perché molti più spettatori avrebbero potuto applaudire la prova della myCicero, riservata solo ai pochi abbonati di Lvf.tv, che comunque ci permette di scrivere questa cronaca.

Le altre partite di oggi

Giocata ieri
Sab Legnano -Il Bisonte Firenze 3-1

Giocate oggi
Savino Del Bene Scandicci – Lardini Filottrano 3-0
Parziali: 25-17; 25-18; 25-19 in 74 minuti.
Migliori realizzatrici:
Scandicci: Haak 22 con 21/37 offensivo; De La Cruz 11; Lucia Bosetti e Adenizia 10.
Filottrano: Tomsia 11

Saugella Monza – Unet E-Work Busto Arsizio 1-3
Parziali: 23-25; 25-12; 20-25; 21-25
Migliori realizzatrici:
Monza: Havelkova 19, Ortolani 18, Begić 16.
Busto Arsizio: Bartsch 20, Piani e Gennari 17

Mercoledì 15, ore 20,30
Foppapedretti Bergamo – Imoco Conegliano (diretta Lvf.tv)
Liu Jo Modena – Igor Gorgonzola Novara (diretta Lvf.tv)

La classifica

Scandicci 15
Conegliano (*) e Busto Arsizio12
Novara (*) 11
Pesaro 7
Monza, Modena (*) e Legnano 6
Firenze, Casalmaggiore e Filottrano 3
Bergamo (*) 0
(*) una partita in meno

Domenica arriva la capolista con la formidabile Isabelle Haak

Prossimo turno, sesta giornata di andata
Conegliano – Monza (sabato 18, ore 20,45,diretta su Rai Sport)
domenica 19 ore 17:
Pesaro – Scandicci
Novara – Bergamo
Busto Arsizio – Legnano
Firenze – Casalmaggiore
Filottrano – Modena

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>