Il punto sul campionato parte prima

di 

24 novembre 2017

Vuelle-Germani 00026PESARO – Il campionato italiano di basket si ferma nel weekend, per gli impegni della Nazionale, una novità per la nostra pallacanestro, con le varie squadre che non potranno avere a disposizione né i giocatori Nba, né quelli che disputano l’Eurolega, che non si ferma, dopo il braccio di ferro con la Fiba iniziato in estate, che è andato avanti fino ad oggi, senza avere raggiunto un compromesso. Coach Sacchetti, neo ct azzurro, non avrà così a disposizione né Gallinari e Belinelli, né Datome, Melli, Cinciarini, Cusin ed Hackett. Sarà dunque una sorta di nazionale B, problema comunque comune anche alle altre nazioni, che anzi dovranno rinunciare anche ad un numero maggiore di atleti, come la Spagna o la Francia, che hanno tantissimi giocatori impegnati tra Nba ed Eurolega.

Ci si deve qualificare ai Mondiali 2019, anticamera delle Olimpiadi 2020 e, in questo primo turno, la formula prevede che le 32 squadre siano divise in otto gironi da quattro, con le prime tre che passano il turno, compito non proibitivo per l’Italia, inserita in un girone che comprende Romania. Croazia ed Olanda, si comincia stasera, a Torino, contro i rumeni alle ore 20.15, mentre domenica – ore 18.00 – si andrà a Zagabria a far visita alla Croazia, tutte le partite saranno trasmesse in diretta da Sky.

Ma, con otto giornate di campionato in archivio, si possono già esprimere i primi giudizi sulle 16 formazioni di serie A, che approfitteranno di questa pausa per rinforzare i propri roster, in un mercato sempre aperto che permette di porre rimedio agli errori estivi, come consuetudine, per ogni squadra, esprimeremo il nostro giudizio e le prospettive per il futuro.

In rigoroso ordine di classifica:

GERMANI BASKET BRESCIA (8 VINTE – 0 PERSE)

Pensare che Brescia, dopo otto giornate, fosse non solo prima, ma addirittura imbattuta, non era ipotizzabile neanche nei sogni della presidentessa Bragaglio, una delle artefici dello strepitoso inizio di stagione dei ragazzi di coach Diana, già da ora, candidato al premio di miglior allenatore dell’anno. Ma la Germani è prima con pieno merito, bravissima a sfruttare un calendario che magari non è stato complicatissimo – delle prime sette ha incontrato solo Avellino – ma che comunque l’ha vista imporsi con autorità anche in trasferta, trascinata da un Luca Vitali in gran forma, con i suoi 6 assist di media e la capacità di coinvolgere i compagni, ma anche il fratello Michele è in gran spolvero, con un tiro da tre che sfiora il 50% di media. Menzione d’onore anche per il verticale Dario Hunt e l’eterno David Moss, in un sistema di gioco, dove tutti sono coinvolti e riescono a rendere al meglio. Ci rimane un piccolo dubbio, una sorta di sliding doors, come sarebbero andate le cose, se Brescia avesse perso a Pesaro alla prima giornata? Avrebbe ugualmente vinto le successive sette o quella vittoria sofferta, le ha dato la fiducia necessaria per mettere a segno la migliore striscia vincente della sua storia?

Prospettive per il futuro
Qualche partita la comincerà a perdere, ma Brescia ha la qualificazione alla Coppa Italia già in tasca e continuerà ad essere la vera mina vagante di una stagione, che la vedrà navigare sempre intorno alle primissime posizioni, non essendo impegnata nelle coppe e avendo raggiunta una sicurezza che le altre squadre stanno ancora inseguendo.

Voto di Pu24.it
9

UMANA VENEZIA (7 VINTE – 1 PERSA)

I campioni d’Italia in carica non hanno tradito le attese, con una sola sconfitta, quella con Torino, e una sicurezza nei propri mezzi da grande squadra. E’ la solidità del gruppo a fare la differenza per coach De Raffaele, che può contare su una rotazione lunghissima, con nove giocatori utilizzati per più di dieci minuti di media, dove ognuno ha il proprio compito da svolgere, con la lieta sorpresa del lituano Orelik, micidiale tiratore da tre, senza dimenticarsi il contributo di Dominique Johnson e del croato Peric. Venezia vuole fare strada anche in Champions League, dove punta ad arrivare alle Final Four, ed ha tutte le carte in regola per riuscirci.

Prospettive per il futuro
Ad un roster già lunghissimo, si aggiungerà nei prossimi mesi, anche Stefano Tonut, operato alla schiena a settembre, che dovrebbe tornare disponibile da gennaio. Un innesto di grande valore per la Reyer, che punta senza mezzi termini a rimanere tra le prime quattro il prossimo maggio e ritentare l’assalto al tricolore.

VOTO DI PU24.IT
8

SIDIGAS AVELLINO (6 VINTE – 2 PERSE)

Il buzzer beater di Filloy, con cui Avellino ha sbancato Milano domenica scorsa, rimarrà uno dei gesti tecnici più spettacolari della stagione e ha confermato che la Sidigas è pronta a dire la sua in chiave scudetto, soprattutto quando potrà disporre nuovamente di Fesenko e Bruno Fitipaldo, senza dimenticarsi che a febbraio, dovrebbe rientrare anche Shane Lawal, tre pezzi da novanta da aggiungere ad un roster già altamente competitivo.

Coach Sacripanti si sta destreggiando benissimo col doppio impegno Coppa – campionato e sa di avere in Jason Rich, uno dei potenziali Mvp del campionato, senza dimenticare il contributo notevole di giocatori esperti come Leunen e Ortner.

Prospettive per il futuro: Quando finalmente sarà al completo, la Sidigas potrà puntare al massimo, in ogni trofeo a cui partecipa, in un campionato che ancora non ha trovato un vero padrone. Consigli per gli acquisti: quando rientreranno Lawal e Fesenko, Avellino dovrebbe liberare il senegalese Ndiaje, una delle sorprese stagionali, centro dalle doti atletiche infinite che farà gola a moltissime squadre.

Voto di Pu24.it
7,5

EMPORIO ARMANI MILANO (6 VINTE – 2 PERSE)

Un sito milanese di pallacanestro ha effettuato un sondaggio, fuori dal Mediolanum Forum, chiedendo agli abbonati Armani, di elencare tutti i giocatori attualmente a disposizione di coach Pianigiani. Solo il 34% ha saputo rispondere correttamente, mentre il rimanente 66% si è dimenticato qualcuno, errore comprensibile, se consideriamo che, prima del taglio di Dragic, il roster milanese era composto da ben 17 giocatori, di cui 11 stranieri, Nonostante questo, l’Armani ha già perso due partite in campionato, quella con Avellino e a Sassari ed in Eurolega ha vinto solamente tre, delle nove partite disputate.

Intendiamoci, il talento a disposizione di Pianigiani rimane di primissima qualità, con praticamente tre giocatori intercambiabili per ogni ruolo, ma troppa abbondanza, non gli ha ancora permesso di cavalcare un quintetto vincente, quello a cui affidarsi nei momenti topici e che farà la differenza tra un posto tra le prime quattro e la conquista dello scudetto.

Prospettive per il futuro
Se finirà il campionato a 44 o 48 punti, non cambierà molto la sostanza, perché è nella post season che Milano dovrà tirare fuori il meglio di sé, con l’accesso ai playoff di Eurolega, che forse rimane il principale obiettivo stagionale di patron Armani. Consigli per gli acquisti: Sapere che Simone Fontecchio, uno dei migliori giovani italiani, ha passato questi due mesi a fare la spola tra panchina e tribuna, fa capire che molte cose non funzionano nel nostro basket, con l’obbligo dei cinque italiani che, invece di creare giocatori per la nazionale, fa alzare solo gli stipendi di giocatori modesti.

Voto di Pu24.it
7

FIAT TORINO (6 VINTE – 2 PERSE)

Due le sconfitte anche per Torino, superata da Cantù in casa domenica scorsa, dopo aver perso ad Avellino, ma la Fiat è una splendida realtà del nostro basket, con una dirigenza seria che sta facendo un progetto a lungo termine, per arrivare in breve tempo a vincere qualcosa d’importante. Vujacic e Peppe Poeta sono i leader di un gruppo esperto, con parecchi giocatori sulla trentina, pronti ad essere protagonisti a turno, come Deron Washington e Mbakwe, in chiave azzurra, sta migliorando partita dopo partita, David Okeke, ala 19enne in procinto di diventare importante anche per coach Sacchetti.

Prospettive per il futuro: L’accesso alla Coppa Italia e ai playoff non è in discussione e in quelle occasioni si vedrà se Torino sarà già pronta per i grandi palcoscenici o dovrà aspettare ancora un paio di stagioni, per entrare nel gotha del nostro basket.

Appuntamento a domani, per la seconda ed ultima parte del pagellone di Pu24.it sul campionato.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>