Volley A1, Bergamo sbatte contro il muro pesarese: la myCicero “espugna” il PalaCampanara e può sognare assai più che la salvezza

di 

26 novembre 2017

Malagurski prova a passare il muro pesarese: impresa quasi impossibile

Malagurski prova a passare il muro pesarese: impresa quasi impossibile

MYCICERO PESARO – FOPPAPEDRETTI BERGAMO 3-0
PESARO: Cambi 3 (2/4; 1 muro), Van Hecke 17 (12/27; 5 muri), Olivotto 10 (5/9; 5 muri), Aelbrecht 8 (4/12; 1 ace; 3 muri), Bokan 7 (6/22; 1 muro), Nizetich 8 (8/22), Ghilardi (L: Ricezioni 10, positiva 100%, perfetta 100%), Bussoli. N.e. Baldi, Carraro, Arciprete e Lapi. All. Bertini; vice Burini
BERGAMO: Malinov 3 (/), Malagurski 7 (5/28; 1 ace; 1 muro), Popović 8 (6/13; 1 ace; 1 muro), Paggi 2 (1/7; 1 muro), Marcon 2 (2/11), Acosta 9 (9/35), Cardullo (L: Ricezioni 18, positiva 87%, perfetta 67%), Strunjak 3 (3/3), Imperiali (L), Battista 4 (4/7), Boldini ne, Sylla 2 (2/13). All. Micoli; vice Turino
ARBITRI: Saltalippi e Rolla di Perugia
PARZIALI: 25-17; 25-19; 25-19 in 76 minuti
NOTE: spettatori circa 700, presenti trenta tifosi bergamaschi
STATISTICHE DI SQUADRA: PESARO: Battute 74, errori 10, punti 1. Ricezioni 47, errori 2, positiva 87%, perfetta 62%. Attacchi 96, errori 4, muri subiti 5, punti 37, 39%. Muri fatti 15. Errori avversarie 22. BERGAMO: Battute 56, errori 9, punti 2. Ricezioni 64, errori 1, positiva 84%, perfetta 66%. Attacchi 120, errori 8, muri subiti 15, punti 33, 28%. Muri fatti 5. Errori avversarie 15

PESARO – L’unico brivido – esagerando, è evidente – in avvio, poi la myCicero ha preso le misure a un’avversaria arrivata al PalaCampanara per guadagnare punti, ma tornata a casa interrogandosi se i suoi problemi sono solo gli infortuni. Vista stasera, la Foppapedretti è assai lontana dall’essere una squadra. Al contrario della myCicero, che, espugnato finalmente il PalaCampanara, con 11 punti di vantaggio su Bergamo e 10 su Filottrano, le ultime in classifica, può sognare assai più che la salvezza, obiettivo di inizio stagione.

Bergamo parte pigiando sull’acceleratore: 0-4. Matteo Bertini ferma subito il gioco. Nell’immediato, le cose non cambiano (1-6), ma quando Bokan suona la carica (suoi i primi punti) e il muro pesarese prende le misure all’attacco che pure Malinov cerca di variare, arriva un clamoroso break interno: 9-1. I muri sono già a quota 3. In seguito diventeranno 6 (due a testa per Olivotto, Aelbrecht e Van Hecke) e il parziale è messo in cassaforte da Aelbrecht (5) e compagne (è entrata anche Bussoli) che piazzano un 15-4 che non lascia spazio a velleità di rimonta orobiche. Finisce 25-17 con una bella giocata di seconda intenzione di Cambi sempre più protagonista.

Alla ripresa del gioco, la Foppapedretti prova a mostrare una timida reazione, mentre la myCicero sembra meno presente. Ma quando le lombarde si portando sul 7-8, la risposta pesarese è perentoria: prima un 4 a 0, poi, quando Malinov e compagne tornano avanti (12-13), un break che spazza via ogni resistenza: 13 a 7, con Lise Van Hecke a timbrare l’ultimo punto.

A proposito: intanto è arrivato un punto in più ad arricchire una già felice classifica, ma le ragazze allenate da Matteo Bertini, senza alcun dubbio il coach rivelazione della serie A1, hanno tutte le intenzioni di centrare la prima vittoria casalinga. E lo confermano pure in una serata non particolarmente brillante (comunque al di là dei 15 muri, sono interessanti anche i soli 15 errori), più per demerito delle avversarie, rispondendo con sicurezza ogni qual volta la Foppapedretti tenta di rientrare. Accade sul 5 pari, quando arriva un 7 a 2 che invita a preparare l’acqua calda della doccia. Bergamo ricorre alla panchina e trova qualcosa dalla diciottenne Strunjak e dalla sedicenne Battista, provando a fare scorrere acqua fredda (19-16). La replica è ancor più decisa: 6 a 3 per il 25-19 finale, siglato dall’ennesimo muro della serata.

Gli altri risultati:

Conegliano – Modena 2-3

Parziali: 21-25; 21-25; 25-15; 25-9; 12-15

Migliori realizzatrici:

Conegliano: Hill 22, Bricio 14, De Kruijf 12

Modena: Montaño 14, Heyrman 10

Filottrano – Monza 1-3

Parziali: 25-15; 20-25; 17-25; 20-25

Migliori realizzatrici:

Filottrano: Sčuka 13, Tomsia 10

Monza: Begić 17, Ortolani 15, Dixon 12

Legnano – Scandicci 0-3

Parziali: 13-25; 16-25; 22-25

Migliori realizzatrici:

Legnano: Degradi 11

Scandicci: Haak 18, Adenizia 13

Lunedì 27, ore 20,30

Firenze – Busto Arsizio

Tutte le partite in diretta su Lvf.tv a partire dalle ore 16,50 circa.

La classifica:

Novara 22

Conegliano 21

Scandicci 20

Busto Arsizio (*) 16

Modena e Pesaro 13

Monza 10

Casalmaggiore 8

Legnano 7

Firenze (*) 6

Filottrano 3

Bergamo 2

(*) una partita in meno.

Prossimo turno:

Sabato 2 dicembre, ore 20,30

Bergamo – Filottrano (diretta Rai Sport)

Domenica 3, ore 17

Busto Arsizio – Pesaro

Modena – Firenze

Scandicci – Conegliano

Monza – Novara

Legnano – Casalmaggiore

Tutte le partite di domenica in diretta su Lvf.tv

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>