Inaugurato a Chiusa di Ginestreto il ristrutturato Centro Produzione Pasti. Ricci: “Qualità, sicurezza e biologico per i nostri figli”

di 

27 novembre 2017

PESARO – Lavori di ristrutturazione del centro cottura, una nuova area nella cucina diete (che va ad aggiungersi a quella già esistente), sostituzione del blocco delle celle frigo con telecontrollo, sostituzione delle attrezzature di cottura, adeguamento dell’impianto elettrico e idrico, e ancora nuovi veicoli per la consegna pasti a metano, impermeabilizzazione dei soffitti e installazione di pannelli fotovoltaici. È costata oltre 500mila euro la riqualificazione del centro produzione pasti di Chiusa di Ginestreto, ma ora i 3.500 pasti che vengono prodotti quotidianamente saranno molto più green e attenti al territorio.

Ad aprire le porte del nuovo centro ieri pomeriggio il sindaco Matteo Ricci accompagnato dagli assessori alla crescita Giuliana Ceccarelli e alla operatività Enzo Belloni. “Si tratta di un intervento molto importante – ha detto Ricci – non solo perche’ migliora la qualità del servizio ma anche dal punto di vista della sicurezza. Viene ridotto anche l’impatto ambientale e inoltre la scelta di fornitori a km0 e’ un valore aggiunto non indifferente. Ai nostri figli verranno proposti prodotti biologici, la ristorazione infatti rappresenta uno degli aspetti più importanti in età scolare e prescolare”.

I lavori realizzati, sono stati finanziati dal Comune di Pesaro con migliorie offerte dall’ATI costituita da Gemeaz Elior e da Soc. Imp.e., e si inscrivono all’interno del nuovo contratto triennale di rinnovo partito da luglio 2017.

Dunque, sicurezza alimentare, tutela della salute dei piccoli commensali, certificazione di qualità, strutture produttive e distributive, tracciabilita’ dei prodotti e del servizio, lavori edili e impiantistici a km0, progetti di educazione alimentare.

Gemeaz Elior è intervenuta sul centro produzione pasti in un’ottica green: oltre agli interventi strutturali e all’impianto idrico, sono state sostituite le attrezzature obsolete e le celle con strumentazioni più efficienti e amiche dell’ambiente, è stato installato un impianto fotovoltaico, il materiale di consumo plastico è stato sostituito con materiale compostabile. Inoltre il magazzino sarà tracciabile a livello informatico e sarà possibile per le scuole prenotare i pasti tramite internet. Non rimane esclusa dalla scelta ecologica nemmeno la consegna dei pasti: i mezzi diesel sono stati sostituiti con i meno inquinanti veicoli a metano.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Le scuole che usufruiscono del servizio mensa sono:

scuole dell’infanzia comunali – Ambaraba’, Cappuccetto Rosso, Gulliver, Il Filo rosso, il Giardino Fantastico, il Grillo parlante, la Giostra, la Grande quercia, lo Specchio magico, Mary Poppins, Peter Pan, Poi….poi…, Tre giardini;

scuole primarie – Mascarucci, scuola primaria Borgo Santa Maria, scuola primaria Don Milani, scuola primaria via Fermi, Chiara Lubich, scuola primaria Carducci, Luigi Pirandello, Anna Frank, Arca delle colline, scuola primaria Santa Veneranda, S. Cantarini, G. Rodari, A. Gramsci, scuola primaria di Cattabrighe, Giansanti, Alberto Manzi, Collodi;

scuole infanzia statali – Tresei, Mille luci, Pollicino, la Mongolfiera, Dire fare giocare, scuola infanzia statale di via Bonali, scuola infanzia statale via Fermi, Scarabocchio, il Glicine, scuola infanzia statale di via Togliatti, il Bosco incantato, Alice, Mille colori, Prato fiorito e il Giardino delle meraviglie;

scuole secondarie – via Nanterre, Manzoni e Olivieri.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>