I 30 anni dell’Autoclub Storico Pesaro “Dorino Serafini”

di 

28 novembre 2017

PESARO – Si sono celebrati domenica 26 novembre nella suggestiva ed unica cornice di “Villa Cattani Stuart”a Trebbiantico, i 30 anni dalla fondazione dell’Autoclub Storico Pesaro “Dorino Serafini” intitolato al grande campione motociclistico ed automobilistico pesarese, vincitore di titoli italiani ed europei in sella alla Benelli e poi passato alle quattro ruote come pilota ufficiale Ferrari. Trenta anni di passione per l’affascinante mondo dei veicoli storici che hanno portato il sodalizio pesarese a ritagliarsi un’importante posizione nel settore, varcando anche i confini regionali. Federato ASI (Automotoclub Storico Italiano), l’ente di riferimento per i possessori di veicoli storici, il “Dorino Serafini” conta attualmente oltre 300 iscritti, una cifra importante a testimonianza del patrimonio di veicoli presenti nel nostro territorio. L’attività del Club oltre alla certificazione dei veicoli, si estende anche alle gite turistiche-culturali, nelle quali il piacere di “portare a spasso” il proprio gioiello si fonde con lo scoprire borghi, musei, palazzi, ville e paesaggi spesso dimenticati, oltre alla valorizzazione non meno importante della tradizione eno-gastronomica, altro vanto del nostro territorio, l’attività del Club si distingue anche nell’ organizzazione di incontri e serate a tema.

Un traguardo importante come ha sottolineato il Consigliere Regionale Marche Andrea Biancani, da pesarese doc pur pressato da altri impegni istituzionali, ha voluto comunque essere presente per un saluto. Pur se breve, nell’ intervento Biancani, oltre al riconoscimento per l’attività svolta dal Club, ha assicurato l’impegno proprio e delle istituzioni, atto a valorizzare il patrimonio dei veicoli storici, delle eccellenze come la Benelli, il Museo Morbidelli e dei piloti del nostro territorio, un impegno che ha dato vita alla “Terra di Piloti e Motori”, che insieme alla “Città della Musica” riconosciuta recentemente dall’Unesco, iniziative alle quali si aggiunge la salvaguardia dell’ambiente con oltre cento chilometri di piste ciclabili, compongono il trittico delle “targhe” che identificano e distinguono Pesaro a livello nazionale ed internazionale. A moderare gli interventi degli ospiti alla novantina dei commensali presenti, è stato il poliedrico Franco Andreatini, nelle innumerevoli vesti di Socio fondatore del Club, ex Presidente, scrittore, giornalista e fine cantore con i suoi libri delle gesta e della vita di Dorino Serafini, dal quale era considerato come un figlio “adottivo”. Andreatini ha anche deliziato la platea raccontando aneddoti simpatici e storici riguardanti il campione pesarese. Dopo l’intervento del Consigliere Biancani, il moderatore ha introdotto Enzo Belloni, Assessore alla Operatività del Comune di Pesaro, anche lui nel suo intervento ha sottolineato il valore dell’attività del sodalizio, assicurando l’impegno da parte dell’Amministrazione comunale nel supportare le attività future del Club. E’ stata poi la volta dell’Avv. Roberto Loi, Presidente uscente dell’ASI, una presenza importante quella di Loi, a testimonianza ed a suggellamento dell’importanza del “Dorino Serafini” nell’ambito dell’ASI. Non poteva mancare anche il Dott. Alberto Paccapelo, Presidente della “Terra di Piloti e Motori” oltre che della locale sezione del CONI. Andreatini ha poi presentato i Soci fondatori presenti oltre a se stesso: Massimo Mancino, Giuseppe Fattori, Giorgio Montesi, i non presenti “giustificati”: Marco Moretti, Marcello Giombini, Roberto Pazzi, Domenico Spada, Gerardo Fabbri e le “quote rosa” Silvana Ratti ed Orietta Costantini.

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

Un ricordo sentito e particolare sottolineato da un lungo applauso, è andato ai fondatori che purtroppo sono mancati: il Notaio Gabriele D’ Ovidio, che è stato anche il primo e per diversi anni Presidente e Carlo Scavolini. Oltre a D’Ovidio un riconoscimento è andato anche ai Presidenti che si sono avvicendati in questi anni: Francesco Cangiotti e come detto all’onnipresente Franco Andreatini. Inframezzando le prelibatezze dello Chef dei fratelli Tomassini, che con eleganza curano l’incantevole Villa Cattani Stuart, è stato applaudito anche l’attuale Consiglio del Club, partendo dal Presidente Carlo Tamburini, a seguire il vice-Presidente Danilo Crescentini, i consiglieri: Paride Rondadini, Alfio Serafini, Giannetto Guescini, Michele Lancioni, Franco Cucchi, Fabrizio Chinè ed Enrico Cantoro. Numerosi anche i Club e associazioni che hanno voluto presenziare a questo importante traguardo, il Club le Veterane di Fossombrone, il Registro Benelli, il Camsa di Ancona, i Motori d’Epoca di Senigallia, il Cjmae di Jesi, il Club Fagioli di Osimo, Gubbio Motori, il Club di San Marino, quello dell’Alto Tevere ed il Club Benelli.

Il “Dorino Serafini” vanta anche diversi amici ovviamente appassionati o collezionisti che hanno voluto essere presenti come Luciano Battisti ed il Commissario tecnico manifestazioni ASI Marco Nocchi. Come “amici” abbiamo avuto il piacere di essere presenti anche noi di PU24, tramite chi scrive e Tele 2000 Urbino, che ha realizzato un servizio che si potrà vedere sulla rete. Per celebrare questa importante data come è nel suo stile, il Club ha omaggiato i presenti con un prestigioso piatto creato a tema dal Maestro Ceramista Carlo Venturini, autore anche del busto raffigurante Dorino Serafini esposto al Museo Morbidelli. Terminati i festeggiamenti il Club Dorino Serafini è nuovamente in “pista” per coinvolgerci e divulgare tramite la sua passione la storia infinita ed appassionante delle Auto e Moto d’Epoca, un patrimonio che fa parte della nostra cultura e del quale tutti dobbiamo andare fieri. Ancora Auguri.

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>