Volley A1, nell’anticipo il punto a punto della Lega finisce su… Scherzi a parte, ma alla fine ride solo la Foppapedretti. La crisi infinita di Filottrano

Mina Popović, grande protagonista del successo orobico, contro il muro di Mazzaro (foto Rubin:Lvf)

Mina Popović, grande protagonista del successo orobico, contro il muro di Mazzaro (foto Rubin:Lvf)

PESARO – L’anticipo tra Bergamo e Filottrano non va in diretta Tv, e neppure in differita ritardata, ma finisce su… Scherzi a parte. Però ride solo la Foppapedretti che conquista il primo successo pieno della stagione e acuisce la crisi della Lardini che continua a giocare senza l’infortunata Asia Cogliandro e soprattutto priva del contributo dell’americana Annie Mitchem che da grande prospetto del precampionato è diventata uno degli oggetti misteriosi della serie A1.

I 3 punti conquistati dalla “Foppa” le consentono di lasciare l’ultimo posto e collocano la squadra di Beltrami nello spiacevole ruolo di fanalino di coda.

Con 8 punti di vantaggio sulla penultima e 10 sull’ultima, giusto per non dimenticare che l’obiettivo della stagione era la salvezza, la myCicero, che è ospite dell’Unet E-Work Busto Arsizio, espugnando il PalaYamamay potrebbe addirittura inseguire il quarto posto al termine del girone d’andata; sarebbe fantasmagorico.

L'Unet E-Work Busto Arsizio, avversaria della myCicero Pesaro nella nona giornata d'andata della stagione regolare

L’Unet E-Work Busto Arsizio, avversaria della myCicero Pesaro nella nona giornata d’andata della stagione regolare

Stefania Dall’Igna, palleggiatrice di lungo corso, arrivata quest’anno a Busto Arsizio dopo una stagione nella Saugella Monza, ha messo in guardia le compagne con un’intervista rilasciata venerdì a Samantha Pini per La Prealpina, uno dei quotidiani italiani più attenti alla pallavolo femminile.

“L’atteggiamento in campo è determinante, soprattutto con la difesa. Conosco bene Ghilardi che ha una grinta smisurata e Aelbrecht con la quale ho giocato l’anno scorso a Monza: lei esulta e fa festa ad ogni punto. Queste sono cose che danno parecchio fastidio agli avversari e può essere pericoloso lasciarsi travolgere dalla loro carica”. E ha dimenticato Yas Nizetich, che a carica agonistica non è seconda ad alcuna.

A Busto Arsizio si sfidano Orro e Cambi, due palleggiatrici azzurre

Questo slideshow richiede JavaScript.

E’ uno sport di squadra, vero, ma a nessuno sfugge che la sfida di domenica mette di fronte le due giovani palleggiatrici che hanno partecipato ai recenti campionati europei, purtroppo finiti male per l’Italia. E’ evidente, però, che al momento Carlotta Cambi (myCicero), Ofelia Malinov (Foppapedretti) e Alessia Orro (Unet E-Work) rappresentano presente e futuro della regia azzurra.

Questo il tabellino:

Foppapedretti Bergamo – Lardini Filottrano 3-1

Bergamo: Strunjak 4, Imperiali (L) ne, Malagurski 15, Battista 1, Popović 16 (10/14; 1 ace e 5 muri), Cardullo (L), Marcon 8, Paggi 2, Boldini ne, Malinov 5, Sylla , Acosta 25 (19/50; 6 muri). All. Micoli.

Filottrano: Melli 3, Bosio 3 (3 muri), Feliziani (L), Gamba (L), Negrini 5, Agrifoglio, Tomsia 8 (7/31), Mitchem (0/7), Mazzaro 5, Hutinski 15 (9/15; 6 muri), Sčuka 18 (16/54; 2 muri). All. Beltrami.

Arbitri: Zavater e Carcione

Parziali: 24-26; 25-22; 25-19; 25-20; – in minuti.

Statistiche di squadra:

Bergamo: battute 98, errori 13, punti 3. Ricezioni 79, errori 2, positiva 77%, perfetta 30%. Attacchi 1555, errori 10, muri subiti 15, punti 56, 36%. Muri fatti 17.

Filottrano: battute 88, errori 9. Ricezioni 85, errori 6, positiva 75&, perfetta 27%. Attacchi 154, errori 11, muri subiti 17, punti 42, 27%. Muri fatti 15.

Ancora una volta l’anticipo del sabato è… un posticipo per la diretta tv, visto che Rai Sport trasmette prima lo sci.

Un primo set nel segno della paura – tanta – e degli errori – troppi – che la Lardini s’aggiudica in volata. Dopo avere recuperato un meno 4 iniziale (11-7), Filottrano sorpassa (19-20) e allunga (20-22), si fa riprendere a 23 e a 24, poi chiude ai vantaggi. E’ il secondo set che le marchigiane vincono in trasferta.

Il secondo set raccontato dal punto a punto della Lega Pallavolo Serie A Femminile farebbe perdere la pazienza anche a Giobbe. Accade che Bergamo, sotto 4-5, piazzi un 6 a 0 che la porterebbe sul 10-5. Fermi tutti, l’aggiornamento della pagina indica 6-7 esterno e 1 minuto dopo 12-9 interno. Alt. Che sia meglio guardare altri sport? Poco dopo è 13-12, ma neppure il tempo di prendere un appunto che Bergamo è 19-12. Ok? No, neppure a pensarci. La Lega azzera il risultato parziale del secondo set, proponendo addirittura un 13-15 del primo parziale, con le squadre ancora sulla 0 a 0. Cari lettori, ci dispiace, ma a questo punto – sarà vero questo punto? – ci arrendiamo e ci tuffiamo in Eurosport Player, basket a tutto gas, con immagini vere, non con aggiornamenti fasulli. Sì, perché alle ore 21,24 il Live Score (in italiano, no, eh?) indica 16 pari nel primo set. E subito dopo 19-18, con le bergamasche che hanno totalizzato 22 punti: un record! (vedi foto).

Questo slideshow richiede JavaScript.

Le due foto raccontano meglio d’ogni parola il tilt del “punto a punto” della Lega Pallavolo Serie A Femminile

Che quello che vi abbiamo raccontato sul set precedente sia un falso?

Ci rifiutiamo di reiterare il reato e diamo solo il finale del secondo set: 25-22. Sarà vero almeno questo?

Bergamasco – 25-19 – anche il terzo parziale che ribalta il risultato, con la Foppapedretti che passa a condurre nel conto set.

Il quarto set sembra a senso unico (8-4 e 12-6), ma la Lardini ha un sussulto, un lampo d’orgoglio che la porta a meno 2 (20-18). Il tentativo di rimonta si ferma lì e arriva l’ottava sconfitta della stagione.

Le altre partite, domenica, ore 17:

Busto Arsizio – Pesaro

Modena – Firenze

Scandicci – Conegliano

Monza – Novara

Legnano – Casalmaggiore

Tutte le partite in diretta su Lvf.tv

La classifica:

Novara 22

Conegliano 21

Scandicci 20

Busto Arsizio 18 m

Modena e Pesaro 13

Monza 10

Casalmaggiore 8

Firenze e Legnano 7

Bergamo (*) 5

Filottrano (*) 3

(*) una partita in più

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>