Sul Pums (Piano Urbano Mobilità Sostenibile) l’assessore Foronchi assicura: “nessuna preclusione al confronto per una città più attrattiva”

di 

6 dicembre 2017

Franca ForonchiPESARO – Il PUMS (Piano Urbano della Mobilità Sostenibile), è un piano strategico che orienta la mobilità in senso sostenibile con un orizzonte temporale di 10 anni. Nato dal progetto “Pisaurum” e finanziato dalla Regione Marche, si propone di garantire l’accessibilità a tutte le persone, migliorare le condizioni di sicurezza, ridurre l’inquinamento, migliorare l’efficienza dei trasporti, l’attrattività e la qualità di vita della città.

Punto cardine di questo piano è la partecipazione pubblica, pertanto sono stati raccolti ed elaborati 885 questionari, coinvolgendo la cittadinanza. Tenendo conto di questo e anche di obiettivi futuri strategici per la città, è stato elaborato il PUMS e presentato ai consiglieri nelle varie commissioni, ai quartieri, alle associazioni e a coloro che hanno scelto di partecipare alle riunioni di presentazione.

I commercianti del centro storico possono prendere conoscenza del piano pubblicato sul sito del Comune e dare suggerimenti o fare osservazioni. L’intenzione è quella di rendere il centro storico sempre più attrattivo per turisti, per i cittadini pesaresi e dei territori limitrofi che vogliano visitare o fare acquisti nella nostra città. I numerosi lavori che sono stati fatti nell’ultimo anno, ad esempio, in Corso XI Settembre, in Via San Francesco, Via Pedrotti e quelli che si stanno svolgendo in Piazza Toschi Mosca e di fronte alla Pescheria, sono esempi concreti di questa volontà. Niente allarmismi quindi, i fatti dimostrano le nostre reali intenzioni. Anche le azioni in ambito culturale e turistico, sfociate in riconoscimenti importanti quali Pesaro Città Europea dello Sport, Pesaro Città Unesco della musica, dimostrano l’impegno a lavorare in concerto con le attività commerciali e turistiche.  In questa ottica si cercherà di migliorare il carico-scarico delle merci, con strumenti innovativi come il Cargo Bike, di aumentare i parcheggi scambiatori, di incrementare il trasporto pubblico locale.

E’ oltremodo gradita, quindi, la collaborazione con le associazioni di categoria per ottenere il risultato che sta a cuore a tutti: rendere Pesaro una città sempre più bella, sicura e con una buona qualità della vita.

Per quanto riguarda La ZTL, è chiaro che un Piano strategico sulla mobilità ne discuta, faccia ipotesi. Ma non è stata presa nessuna decisione che preveda l’allargamento della zona a traffico limitato. Quando si fanno cambiamenti è necessario l’apporto di tutti, dei cittadini residenti, delle attività economiche e commerciali, e di quanti lavorano e vivono nella città, quindi al lavoro con le osservazioni e i suggerimenti. 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>