Rifugio Corsini sul Monte Nerone: il progetto di ricostruzione c’è, ma a nessuno sembra interessare

di 

11 dicembre 2017

arch. Giorgio Gentili

PIOBBICO – Durante lo scorso luglio un incendio distrusse il Rifugio Corsini, celebre ritrovo in cima al Monte Nerone, frequentato durante tutto l’anno anche dagli amanti della montagna umbri, marchigiani e toscani. Lo shock per tale evento fece in modo che furono in molti a prodigarsi affinché si potesse procedere a una ricostruzione veloce che non mettesse in discussione la stagione invernale per tutti gli appassionati di sci e per gli amanti di un luogo tanto significativo.

L’architetto Giorgio Gentili si è subito mosso in prima persona chiamando a raccolta tutte le persone che avevano nel cuore il Nerone ed il suo rifugio. Infatti con le moderne tecniche edilizie e sfruttando in maniera opportuno le soluzioni in legno, non era impensabile riuscire a ritrovare il rifugio aperto per la fine del 2017. A settembre quindi era già pronto un progetto, da realizzarsi in legno con tecnica x-lam, pensato per poter essere costruito in due stralci funzionali, affinché nell’immediato si potesse fare un primo intervento di 50 mq e poter quindi tornare a sciare già da questa stagione sciistica. Infatti la parte anteriore è stata progettata per consentirne un’immediata costruzione e poter far iniziare l’attività ristorativa per la prossima stagione invernale, nell’attesa che arrivassero ulteriori fondi per il definitivo completamento. Nel progetto erano anche previste un paio di camere con letti a castello.

Il rendering del progetto di ricostruzione

Il rendering del progetto di ricostruzione

Sono ormai diversi mesi che il progetto del nuovo rifugio è stato presentato alla società che gestisce le Sciovie Monte Nerone ma ancora i soci non hanno preso nessuna decisione. A dire il vero non si comprende francamente questo tipo di attesa. Che lede soprattutto gli affari del rifugio Corsini e di tutti gli appassionati del Nerone.

A scanso di equivoci, l’architetto Gentili ci tiene a ricordare che il tutto è stato mosso dalla passione che lo lega a quel luogo e il suo impegno, a titolo gratuito, è stato totalmente indirizzato a trovare una soluzione definitiva, immediatamente eseguibile ed economicamente vantaggiosa.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>