CasaPound: “Nessuna minaccia di morte al sindaco. Da Ricci un tentativo patetico per sviare l’attenzione dalla sua gaffe”

di 

12 dicembre 2017

casapound_italiaPESARO – “Come ha già chiarito il nostro segretario Simone Di Stefano, nessun militante di CasaPound ha minacciato di morte il sindaco di Pesaro Matteo Ricci e chi dice altrimenti verrà querelato. 
Detto questo, troviamo patetico il tentativo di Ricci di evocare il pericolo fascista per sviare l’attenzione dal suo gesto meschino, quello di aver negato una sala comunale alla presentazione dell’autobiografia di un atleta disabile, Claudio Palmulli, solo perché di CasaPound. Un gesto che, inevitabilmente, gli ha attirato una sequela di commenti negativi su Facebook”. Lo dichiara il responsabile di CasaPound Pesaro Christiano Demontis.
“Le centinaia di messaggi negativi piovuti sulla pagina del sindaco, infatti, sono l’effetto collaterale della decisione iniqua presa da Ricci – aggiunge Demontis – e dimostrano quanto gli italiani, e non solo i sedicenti ‘militanti neofascisti’, sentano questo gesto come un abuso nei confronti del nostro movimento e soprattutto nei confronti di Claudio, ‘reo’ di voler raccontare la storia della vittoria sulla disabilità”.
“Comprendiamo l’imbarazzo di Ricci per l’imperdonabile gaffe fatta – sottolinea Demontis – ma troviamo offensivo nei confronti di chi ogni giorno rischia la vita per difendere lo Stato che al sindaco di Pesaro venga attribuita una scorta per degli ‘insulti da tastiera’. Ci chiediamo se non sia, questo, un tentativo di ottenere solidarietà a fronte di una irreparabile perdita di consenso per l’inaccettabile vicenda Palmulli. Una solidarietà che i cittadini pagheranno in prima persona, vedendo dirottare le poche forze di polizia disponibili alla difesa del sindaco piuttosto che alla sicurezza della nostra città”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>