Candele a Candelara 2017, un bilancio entusiasmante. Ecco i numeri del successo

Candelara

Candelara (foto Silvano Spadoni)

PESARO – Bilancio più che positivo per la XIV edizione di Candele a Candelara. Lo affermano gli organizzatori della Pro Loco che parlano di un’edizione di grande successo che ha riportato i numeri della manifestazione ai suoi standard abituali. Dopo la flessione dello scorso anno, dovuta soprattutto ai riflessi negativi del post-terremoto che avevano generato una sorta di psicosi da sisma, si torna dunque a numeri consistenti. In questa edizione gli ingressi certificati sono stati 35.100.Ovviamente dal conteggio vanno esclusi i minori e gli ospiti, che portano il “counter” ad oltre 36mila presenze. Candele a Candelara si conferma uno dei mercatini natalizi più gettonati d’Italia ed uno dei più richiesti dalle agenzie turistiche. I pullman prenotati su sette giorni di manifestazione sono stati ben 320 con una concentrazione sul secondo e terzo weekend. Solo nel giorno dell’Immacolata ne sono arrivati 45, di cui uno dalla Francia.

Una manifestazione che proprio per la sua valenza nazionale è diventata ormai un volano straordinario per tutto il territorio. Notevole anche la presenza del popolo dei camperisti che quest’anno ha deciso di raggiungere Pesaro e Candelara principalmente nell’ultimo week-end riempiendo le aree di sosta del Campus scolastico e di Candelara con oltre 800 camper. Da ricordare che in almeno due occasioni (il 3 e l’8 dicembre), gli ingressi sono stati chiusi per ragioni legate alle disposizioni della Commissione di sicurezza e che sono stati lasciati fuori dagli ingressi almeno 3mila turisti che in particolare nel giorno dell’Immacolata sono stati dirottati al vicino mercatino di Mombaroccio.

Particolarmente soddisfatto il direttore artistico della manifestazione, Piergiorgio Pietrelli. “Siamo tornati ai numeri del 2015 e abbiamo di nuovo fatto il pieno. Poteva essere l’anno dei record se non ci fosse stato il tetto delle presenze fissato a 5muila ingressi giornalieri e se non ci fossero state ben due giornate di pioggia. Tuttavia siamo contenti perché finalmente si sta realizzando un sogno. “Il nostro sogno di portare qui al centro Italia gente abituata a vedere i mercatini del nord – dice Pietrelli – si è finalmente realizzato. Non solo non abbiamo nulla da invidiare ai più blasonati mercatini del Trentino, ma qualcuno dice addirittura che il nostro è ancora più caratteristico ed emozionante”.  E il successo è doppio perché anche quest’anno sono arrivati pullman anche dal Trentino, dalla stessa Bolzano e addirittura dalla Francia. Segno che Candele a Candelara sta diventano famosa anche oltralpe, e sta incontrando i gusti non solo al sud ma soprattutto al nord. “Aver portato oltre 300 pullman ed un migliaio di camper in tre week-end testimonia non solo il successo di una manifestazione che cresce ma anche la capacità di Candelara di creare un indotto economico e di promozione turistica straordinario per tutto il territorio”.

Contento anche il presidente della pro Loco, Pierpaolo Diotallevi. “Abbiamo fatto fronte anche quest’anno ad una vera e propria invasione. Ci siamo attenuti scrupolosamente alle disposizioni impartite dal Questore e del Comitato per la sicurezza ed abbiamo come sempre cercato di fare del nostro meglio. E’ stato fatto come sempre un lavoro straordinario e per questo desidero ringraziare tutti i volontari, le forze di sicurezza, la Protezione civile, i Vigili urbani e tutti quelli che con il loro lavoro hanno reso possibile un altro miracolo”.

Anche se è ancora presto per pensare alla prossima edizione si sta valutando l’ipotesi di estendere almeno a 4 week-end la durata della manifestazione. Questo consentirebbe di scaglionare le prenotazioni ed evitare pericolose concentrazioni di arrivi.

LE FOTO DI SILVANO SPADONI

Questo slideshow richiede JavaScript.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>