Targa clonata a un fermignanese: si era visto recapitare 5 multe per un totale di 1.000 euro

di 

13 dicembre 2017

polizia stradaleFERMIGNANO – Un uomo di 58 anni residente a Fermignano si è visto recapitare cinque multe per un totale di 1.000 euro e 15 punti in meno sulla patente per eccesso di velocità. Violazioni registrate sull’autostrada tra Sala Consilina e Nola, nelle province di Salerno e Napoli. La sua targa, però, come riporta l’edizione online del Ducato, era stata clonata. Lo ha scoperto la Polizia stradale di Urbino, dopo la denuncia presentata dall’uomo che ha dichiarato di non aver mai percorso quel tratto.

Lo fa sapere la stessa Stradale in un comunicato. Dopo la segnalazione sono infatti partite le indagini, gli agenti della Polstrada hanno scoperto che la marca dell’auto di proprietà dell’uomo (una Opel Mokka) non corrispondeva a quella fotografata dall’autovelox in Campania. A superare per cinque volte il limite di velocità era stata una DR1 di proprietà di una donna di 50 anni di Como, la cui targa differiva per una sola lettera. Gli accertamenti – riporta sempre il Ducato – sono stati fatti osservando il Telepass dell’Opel al momento del transito nei caselli autostradali.

Le multe sono state così notificate alla signora che è stata anche denunciata alla Procura della Repubblica, presso il Tribunale di Salerno per falso. Rischia da due mesi a tre anni di reclusione.

IL COMUNICATO DELLA QUESTURA

Sede del distaccamento di Polizia stradale di Urbino

Sede del distaccamento di Polizia stradale di Urbino

Personale della Polizia di Stato in servizio presso il Distaccamento della Polizia Stradale di Urbino avviava un’indagine dopo aver ricevuto la segnalazione da parte di un cittadino di Fermignano al quale erano state notificate tramite raccomandata nr. 5 contravvenzioni per la violazione del superamento del limite di velocità (per un totale di quasi 1.000 euro e la decurtazione di 15 punti sulla patente) accertate con il sistema Tutor nel tratto autostradale Salerno – Reggio Calabria, luogo in cui il fermignanese non si era mai recato.

Dopo aver visionato le fotografie dell’autovettura ripresa dal sistema Tutor il personale operante si accorgeva che seppur la targa corrispondesse a quella del fermignanese, il modello di autovettura non era quello in suo possesso. Si risaliva quindi, anche tramite gli accertamenti incrociati dei transiti Telepass, al vero proprietario dell’autovettura che aveva violato il codice della strada, una donna cinquantenne residente in provincia di Como, che aveva contraffatto la targa del veicolo modificando una delle lettere da “F” in “E”. Le venivano quindi notificate le cinque contravvenzioni e veniva denunciata in stato di libertà all’A.G. della provincia di Salerno.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>