Un nuovo parcheggio in via Caboto: 80mila euro per 24 posti auto

di 

13 dicembre 2017

PESARO – Matteo Ricci ed Enzo Belloni inaugurano il nuovo parcheggio di via Caboto: “Ventiquattro posti auto con un investimento di 80mila euro, per un intervento richiesto da tempo. L’area è stata ripulita con Aspes, a breve arriveranno illuminazione, panchine e verde. Un tassello in più nei lavori pubblici grazie allo sblocco del patto di stabilità”, sottolinea l’assessore.

Spiega il sindaco: “In questa area erano previste in passato costruzioni, poi un parcheggio multipiano. Si rischiava di addensare ulteriormente il costruito in un quartiere già popolato: è nata così con i consiglieri l’idea di un parcheggio a raso normale. Appena è stato possibile abbiamo trovato le risorse, realizzandolo”.

Secondo Ricci, “uno spazio importante in una zona con problemi di sosta. E’ multifunzionale, può essere utile anche come parcheggio scambiatore, se ci ragioniamo un po’ con intelligenza, per chi va al mare in Baia Flaminia nei mesi estivi”.

Sul futuro: “L’impegno va avanti, sulla Statale le nuove rotonde funzionano: il prossimo anno le renderemo stabili. Nel 2018 vogliamo mettere mano anche alla rotatoria di Largo Tre Martiri, per completare l’asse lungo la Nazionale», rimarca il sindaco. Ancora: «Stiamo definendo il piano degli asfalti del 2018: alcuni interventi programmati nel 2017 andranno a marzo, per l’arrivo del freddo.  In più ci saranno i lavori inclusi nel nuovo piano. Soria è particolarmente colpita dai ‘ripristini': negli ultimi anni ci sono stati molti lavori, in primis di Marche Multiservizi, che hanno rovinato le strade.  Una parte di asfalti li faremo noi, gli altri Mms: riguarderanno le zone più danneggiate”.

Infine Ricci anticipa “una sorpresa per il quartiere, che con Belloni riveleremo a gennaio. Sarà la cosa più importante”.

La zona sosta è predisposta per il percorso di collegamento per disabili compreso tra via Donzelli e via Nobiliore. Presente il presidente di Aspes Luca Pieri e i dipendenti della ditta Bartocetti.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>