Volley A1, la myCicero nella tana delle pantere sognando un brindisi con il Prosecco

di 

15 dicembre 2017

210820_GRG_8583 2PESARO – Chissà se le “locas” della myCicero sono astemie o amano bere un Prosecco. Magari Aelbrecht e Van Hecke, belghe, preferiscono una birra, ma se sabato sera dovessero conquistare punti sul taraflex del PalaVerde, Freya e Lise, ma anche eventuali compagne astemie, dovrebbero brindare con il prodotto caro all’Imoco Conegliano.

Nessun dubbio che la squadra pesarese sia attesa da una trasferta difficile, anzi di più; che l’Imoco sia – meritatamente – la capolista della serie A1; che la squadra allenata da Daniele Santarelli offra la migliore pallavolo. Tutto vero, però…

C’è sempre un però quando ci si occupa di sport: che il notaio è il campo. Che non è il mondo virtuale di generazioni virtuali, dove capita di leggere che lo Sportivo dell’anno 2017 è stato scelto – ovviamente via Facebook – Andrea Bargnani, quasi ex (scrivo quasi perché non ha annunciato il ritiro) che non gioca a basket da primavera. Non che nel periodo precedente avesse giocato, anche se ha un passato in Nba e il Palaverde di Villorba, dove gioca l’Imoco Conegliano, è stata la sua casa negli anni in maglia Benetton.

Non gioca, ma è stato votato da “amici” di Facebook, dove evidentemente l’amicizia ha il valore di una banconota da 3 euro, che gli hanno consentito di avere la meglio sul calciatore Buffon e sul pallavolista Juantorena, che qualcosa più dell’ex Toronto Raptors hanno combinato. O no?

Dunque, sarà il campo a dovere confermare la superiorità della capolista, che finora ha perso una sola volta, al tie-break, in casa, con Modena.

Imoco meritatamente prima e alla ricerca della sostituta di Megan Easy

Detto questo, l’altra sera, nella gara casalinga di Champions League con l’Igor Gorgonzola, l’Imoco ha impressionato favorevolmente. Come nelle prestazioni precedenti. Però ha speso molto. Aveva speso molto anche qualche giorno prima, in campionato, ospite di Novara. E chissà che non possa pagare dazio alla fatica, ma anche alla leggerezza della myCicero, che sabato sera più che mai giocherà avendo niente da perdere.

E se è vero che il roster a disposizione di Santarelli è profondo, a lungo andare l’assenza di Megan Easy, sfortunatissima visto che ha dovuto salutare le compagne per recupera dal gravissimo infortunio occorsole (rottura completa del tendine d’Achille), potrebbe farsi sentire. La schiacciatrice americana era stata subito protagonista: a Casalmaggiore, giornata inaugurale della stagione, 14 punti con il 59% offensivo; seconda, in casa con Firenze, 12 punti con il 37% prima di essere bloccata dall’infortunio. E Santarelli deve fare i conti anche con la fascite plantare che tormenta la centrale azzurra Raphaela Folie, peraltro sostituita egregiamente da Anna Danesi.

Piero Maschio alle Final Four della pallavolo di college

A Conegliano, però, non indugiano, se è vero che La Tribuna racconta della trasferta americana del co-presidente Pietro Maschio, a Kansas City per seguire le Final Four del campionato universitario che hanno registrato una grande sorpresa.

Nebraska, quinta nel ranking nazionale, ha superato 3-2 la numero 1 Penn State, mentre Florida (2) ha avuto la meglio su Stanford (2) ancora al tie-break. La finale che assegnerà il titolo universitario è in programma alle ore 21 di sabato.

La Tribuna racconta che Pietro Maschio ha seguito con interesse Simone Lee, 22enne posto 4 di Penn State, alta 185 centimetri, ma anche Kathryn Plummer, stesso ruolo ma in maglia Stanford, alta 6 e 6, sì, 1,98, eccellente – dicono – anche sulla sabbia.

Entrambe deluse per la sconfitta nell’appuntamento più atteso dell’anno sportivo, Simone e Katryn potrebbero ritrovare il sorriso venendo a conoscenza dell’interessamento di una società che ha portato sempre in Italia grandi giocatrici americane. A proposito: le partite sono su YouTube

In verità, La Tribuna racconta anche dell’interessamento per Symone Abbott di Northwestern, mentre nel mondo degli addetti ai lavori riscuote attenzione anche il nome di Nia Robinson, compagna di college di Symone, nominata pallavolista dell’anno 2017 in Indiana.

Sicuramente al dirigente delle pantere non saranno sfuggite le prestazione di Rhamat Alhassan, centrale di Florida che nella semifinale ha realizzato 20 punti ed è stata inserita a inizio stagione fra le 12 giocatrici più attese del campionato di college, e di Kelly Hunter, palleggiatrice di Nebraska che schiera una giocatrice che si chiama Annika Albrecht; le manca una e ed è schiacciatrice, non centrale come la pesarese Freya Aelbrecht.

Nomi interessanti dal volleyball Usa

Visto che siamo in tema, ci permettiamo di proporre all’attenzione degli appassionati alcuni nomi che un domani potrebbero essere protagonisti in Italia e in Europa:

Leah Edmond, schiacciatrice di Kentucky, alta 1,88; Alyssa Garvelink, centrale di 1,93 in maglia Michigan State; Ebony Nwanebu, schiacciatrice di Texas, alta 1 e 93; Kelsie Payne, opposto di della University of Kansas, alta 1,90; Taylor Leath, schiacciatrice di North Carolina, alta 1,88; Samantha Seliger-Swenson, 1,79 di altezza, palleggiatrice di Minnesota, già compagna di squadra di Hanna Tapp, la centrale del Bisonte Firenze, e Sarah Wilhite, schiacciatrice dell’Unet e-work Busto Arsizio; Bailey Tanner, palleggiatrice alta – secondo il roster delle Washington Huskies di Seattle – ben 1,85.

L’11^ giornata, ultima di andata

Torniamo in Italia per ricordare il programma completo dell’11^ e ultima giornata d’andata che si gioca tra sabato e domenica:

sabato 16, ore 20,30

Imoco Conegliano – myCicero Pesaro

arbitri: Roberto Boris e Davide Prati di Pavia

La partita sarà trasmessa in diretta da lvf.tv

Unet e-work Busto Arsizio – Savino del Bene Scandicci (Rai Sport)

domenica, ore 17

Foppapedretti Bergamo – Saugella Monza

Liu Jo Nordmeccanica Modena – Pomì Casalmaggiore

Il Bisonte Firenze – Lardini Filottrano

Sab Legnano – Igor Gorgonzola Novara

La classifica

Conegliano 26

Novara 24

Busto Arsizio 23

Scandicci 22

Modena e Pesaro 15

Monza 13

Legnano e Firenze 11

Casalmaggiore 10

Bergamo 6

Filottrano 4

Domenica sera si conosceranno gli incroci del primo turno di Coppa Italia, i quarti di finale (20-30 dicembre) che qualificheranno le magnifiche quattro alle Final Four. Prima contro ottava, seconda contro settima, terza contro sesta, quarta contro quinta. Al momento, Pesaro se la vedrebbe con Busto Arsizio.

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>