“Gusto, anche il cibo dona emozioni”: ecco il calendario 2018 della cooperativa Labirinto

gruppoPESARO – Anche il cibo dona emozioni. Ed è proprio il “gusto” al centro del calendario della Labirinto  per l’anno 2018. Dopo “Tracce” nel 2017, ecco quindi “Gusto”. Il “gusto” del cibo, ma anche il gusto per i bambini di scoprire nuovi sapori, di chiacchierare a tavola e mangiare senza avere fretta.

Il sorriso accompagna lo sguardo curioso e divertito di tutti noi che ci soffermiamo sulle immagini, sulle frasi e sui colori che creano questo simpaticissimo calendario – scrive l’assessore alla Crescita Giuliana Ceccarelli nella presentazione -. C’è –  dietro ai gesti, agli oggetti, alle forme – un mondo che ci piace… quello dei bambini e delle bambine che giorno dopo giorno, incontro dopo incontro, trasformano la realtà in sogno e sperimentano  la bellezza dello stare insieme. Stare insieme per giocare,  per parlare, per guardare, per toccare, per assaggiare e gustare il cibo”.

Nido e scuole d’infanzia palestre di creatività. “Sono una palestra di fantasia, creatività e quindi di apprendimento – continua l’assessore -: si leggono nelle immagini raccolte nel calendario le storie e i rapporti tra i bambini e le bambine, con le maestre,  le educatrici, le operatrici… in particolare con le cuoche che assumono l’immagine di vestali del cibo”.

La valenza educativa e formativa. Il pasto deve essere concepito come momento di cura e di forte valenza educativa e formativa: “Un nucleo centrale nel progetto pedagogico –  interviene la responsabile U. O. Attività educative Simona Bertozzini -, che il personale scolastico predispone e gestisce seguendo precise e intenzionali strategie educative con finalità specifiche per ciascun gruppo di bambini. I nidi e le scuole dell’infanzia promuovono quotidianamente una cultura del cibo e dell’alimentazione che possa legare il gusto, l’accoglienza e la convivialità all’apprendimento, alla scoperta e allo sviluppo di competenze. La priorità è sempre il singolo bambino, il rispetto dei suoi bisogni e dei suoi tempi per favorire lo sviluppo dell’autonomia. È importante rendere il pasto un momento piacevole e di benessere, che favorisca un buon rapporto con il cibo, con gli altri e con se stessi e la piacevolezza, per il bambino, è legata in particolare alla sua possibilità di autonomia e alla progressiva capacità di riconoscere e soddisfare i propri bisogni”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>