L’Alma J. Fano sui tagli dei contributi comunali: “Amministrazione immobile anche sulla questione stadio”

di 

19 dicembre 2017

Comunicato Ufficiale Alma Juventus Fano

FANO – La società Alma Juventus Fano 1906 intende fare chiarezza sulla programmazione dei lavori necessari per l’adeguamento strutturale dell’impianto “R.Mancini” in vista della stagione 2018/2019, secondo i criteri infrastrutturali dettati dalla Lega serie C.

Relativamente agli adeguamenti richiesti, L’Alma Juventus Fano comunica innanzitutto di aver depositato prima dell’inizio della stagione corrente, più precisamente l’8 giugno 2017, il protocollo di richieste della Lega serie C, dal quale si evince chiaramente una lista ben circostanziata degli adeguamenti necessari ed obbligatori per poter avere l’impianto a norma. In questo protocollo si fa espresso riferimento in primis all’adeguamento dell’impianto di illuminazione, che dovrà passare nell’arco delle due prossime stagioni ad un livello di lux ben più ampio di quello attualmente in dotazione al Mancini.

L’impianto andrà dotato di seggiolini disposti in file numerate su tutti gli spalti di ogni ordine e grado ove non siano attualemnte previsti vale a dire Curva, gradinata e settore ospiti.

Gli spogliatoi dovranno garantire un adeguato standard di servizio prevedendo tra le altre cose il ricambio d’aria sufficiente per la dimensione degli ambienti. Inoltre necessario l’adeguamento degli impianti igienici per gli spettatori disabili così come la necessaria dotazione di parcheggi per la dirigenza all’interno di aree riservate.

Tutti questi impegni sono stati comunicati dalla società Alma al comune di Fano, confrontandoci con i tecnici comunali per valutare quelli che sono gli adempimenti necessari per lo stadio “R.Mancini”.

Allo stato attuale non abbiamo ancora notizie certe a riguardo, l’unica comunicazione verbale che ci arriva dal Sindaco che assicura come questa volta, a differenza dei lavori svolti per l’adeguamento iniziale effettuato prima della stagione calcistica 2016/2017, gli importi necessari per i suddetti lavori siano stati inseriti nei capitoli di spesa previsti per il 2018.

Tifosi Alma Juventus Fano

Tifosi Alma Juventus Fano

In una situazione così nebulosa, riaffiora lo spettro di una gestione della questione in modo simile alla stagione 2016/2017, in cui il comune di Fano promise di adeguare l’impianto secondo le direttive della Lega Serie C, trascurando però i tempi necessari per poter affidare i lavori.

Dando uno sguardo a ciò che accade nelle realtà sportive circostanti, per esempio nella vicina Pesaro, dove lo stadio “Benelli” è stato ampliato e rimesso parzialmente a nuovo, così come a Senigallia in cui l’amministrazione ha messo a disposizione la considerevole cifra di 500 mila euro, per la realizzazione di un nuovo impianto sportivo. La situazione del Comune di Fano sembra davvero inparagonabile,visto che rimane immobile su questi temi nonostante sia ben conscio che l’Alma partecipa ad una campionato di LegaPro.

Pensiamo sia lecito chiedere all’amministrazione del comune di Fano, che ha una società calcistica militante nella terza serie nazionale, come mai non si riesca a programmare interventi lungimiranti, pensando ad una dimensione sportiva più congrua rispetto alla situazione contingente, in tal senso riteniamo che questa situazione non coinvolga soltanto il calcio e soprattutto non solo l’Alma Juventus Fano.

Ci auspichiamo che i prossimi passi di questa amministrazione vadano in una direzione di programmazione strutturale e di investimento di risorse in tal senso, e che gli appelli al presidente Gabellini affinchè non abbandoni il timone della società granata, non siano isolati rispetto alla volontà effettiva tanto sbandierata dal sindaco di fare tutto quanto necessario per portare queste realtà sportive a livelli di eccellenza; è necessario mettersi attorno ad un tavolo, pianificando insieme un lavoro pluriennale che dia sicurezza e stabilità ad una realtà sportiva così importante.

In questa direzione, riteniamo che il taglio contributivo applicato alle società sportive, unitamente al silenzio rispetto alla richiesta di un incontro per confrontarsi su questo tema,denotino una mancanza di idee programmatiche sulle quali la società Alma Juventus Fano crede che si debba fare uno sforzo importante affinchè si ragioni e si agisca in modo differente oppure si dica chiaramente che la categoria in cui compete è troppo per il comune di Fano e che forse è meglio che l’Alma partecipi ad un campionato di serie D o sparisca del tutto.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>